Italia Markets close in 6 hrs 10 mins

Bollette: quelle dei morosi le pagano i clienti in regola

LaPresse

Le bollette dei morosi le dovranno pagare tutti gli utenti che sono sempre stati puntuali nel saldo delle fatture dell’energia elettrica. La delibera (50/2018) dell’Autorità per l’Energia spalma su circa 30 milioni di utenti i debiti accumulati. Per adesso non c’è ancora la conferma ufficiale ma circa 200 milioni di euro verranno ripartiti tra chi paga regolarmente la bolletta elettrica.

Come funziona il sistema

Ieri Il Sole 24 Ore ha sottolineato come funziona questo sistema di ripartizione degli “oneri generali” elettrici. Dopo il fallimento di tre aziende elettriche, ci sono state difficoltà nel saldare ai fornitori alcune voci parafiscali della bolletta, già fatturate ai consumatori.

I debiti e gli oneri

Gli oneri di sistema rappresentano quella fetta della bolletta, più o meno il 20 per cento, che comprende gli incentivi per le energie rinnovabili, lo smaltimento del sistema nucleare e altri dettagli normativi e fiscali che valgono miliardi di euro. Oltre a questi oneri, si aggiungono anche i debiti lasciati dai tre soggetti falliti. L’Authority con la recente delibera ha ipotizzato come ripartire fra tutti gli oneri generali di sistema, una parte parafiscale della fattura elettrica, non pagata dai consumatori morosi.

Circa 200 milioni da pagare

L’Autorità per l’Energia, interpellata da Libero, non conferma né smentisce l’entità dei debiti accumulati, si parla di circa 200 milioni di euro. La morosità totale, aggiungendo anche le somme non pagate dalle oltre 900mila famiglie in ritardo con il saldo delle bollette, raggiunge il miliardo di euro. Con la delibera 50/2018 dovrebbero venire spalmati sugli utenti che pagano regolarmente “una prima fetta di circa 200 milioni”, scrive il Sole 24 Ore.

Pagano i debiti i cittadini in regola

Il paradosso è che a saldare i conti dei morosi dovranno essere gli utenti che sono sempre stati puntuali con i pagamenti. Ci sono utenti che non pagano mai regolarmente le utenze: stipulano un contratto con un fornitore ma prima che si accorga dell’energia non pagata, cambiano gestore. Tanto i loro debiti li pagano gli “onesti”.