Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.751,37
    +74,35 (+0,21%)
     
  • Nasdaq

    15.220,91
    +130,71 (+0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.600,41
    -204,44 (-0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,1616
    -0,0030 (-0,26%)
     
  • BTC-EUR

    54.333,64
    +2.051,68 (+3,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.507,66
    +1.264,98 (+521,26%)
     
  • HANG SENG

    26.132,03
    +5,10 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.567,65
    +22,75 (+0,50%)
     

Bond, gli investitori investono accettando il maggior rischio

·3 minuto per la lettura

Il mercato dei bond è molto attivo, gli investitori nell’obbligazionario stanno investendo accettando un maggior rischio.

Secondo i dati in possesso di Morningstar relativi ai fondi che investono nelle obbligazioni a livello globale, si nota un aumento medio del +1,6% nell’ultimo mese negli strumenti dell’area high yield in euro. A livello annuale gli investimenti sono aumentati del +8,6% riferisce Morningstar.

Non solo high yield, da inizio anno anche i fondi obbligazionari dei mercati emergenti sono aumentati in volumi di investimento del +3,05%.

“All’interno della categoria high yield, i fondi con un’elevata esposizione a emissioni con rating bassi si sono rivelati i migliori performer, in linea con ciascuno dei tre trimestri precedenti”, spiega Katherine Linch data journalist di Morningstar.

Investire nei bond dei mercati emergenti conviene?

Restando in tema di investimenti in bond, ma con un focus specifico ai mercati emergenti, ancora Morningstar fa notare che c’è una certa richiesta di esposizione nell’obbligazionario degli emerging market, ma che tale nicchia cela alcuni rischi sistemici che non andrebbero trascurati.

Anzitutto si fa notare che durante la prima e più acuta fase della pandemia di coronavirus, alcuni dei paesi emergenti più vulnerabili sono andati in default non riuscendo ad onorare il pagamento dei rispettivi debiti.

Ma a ciò va aggiunto anche il rischio valutario se le obbligazioni di questi paesi sono denominati nelle valute locali e non in una valuta forte come il dollaro USA o l’euro (o altre).

Ma ci sono altri fattori di rischio da tenere in considerazione e sono i seguenti:

  • fattori geopolitici;

  • potenziali cambiamenti normativi improvvisi (i governi sono instabili e alcune volte corrotti);

  • sviluppi macroeconomici non calcolati.

Inoltre la pandemia ha causato forte instabilità in determinati paesi emergenti, abbiamo visto in questi ultimi mesi molta instabilità (Tunisia) e vari tentativi di colpi di Stato (Guinea) o addirittura l’uccisione dei capi di governo in alcuni paesi (Haiti), già piegati da condizioni critiche precedenti alla pandemia.

Per fare un confronto, l’indice Morningstar Emerging Markets Bond (denominato in dollari) nel marzo 2020 è crollato del 12%, mentre gli indici sui bond globali sono diminuiti solo del -5%.

Bond mercati emergenti da abbandonare?

No, la soluzione non è abbandonare i bond dei mercati emergenti ma avere consapevolezza di quelli che sono i rischi per prevenirli: gestione del rischio.

Infatti, l’analisi di Morningstar fa notare che negli ultimi 10 anni le “obbligazioni dei mercati emergenti hanno registrato la deviazione standard (una misura della volatilità) più elevata e discese più forti rispetto alle emissioni obbligazionarie globali e statunitensi”. Ma al contempo hanno anche offerto rendimenti più alti rispetto ad altri mercati obbligazionari.

Gli emerging bond, quindi, possono far parte di un portafoglio finanziario ma se questo è bene bilanciato e diversificato.

Inoltre, un portafoglio finanziario non può contenere solo obbligazioni ma deve essere esposto anche in altre classi di attivo come le azioni, o le materie prime e altri asset class.

 

Per conoscere tutti gli eventi economici del giorno e della settimana in Italia e all’estero, leggi il nostro Calendario Economico completo con tutti gli eventi in programma per gli investitori.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli