Italia markets closed

Bonomi: imprenditori non sono assassini, sciopero irresponsabile

Rar

Milano, 24 mar. (askanews) - "Gli imprenditori non sono assassini e non se lo fanno dire da nessuno". A scandirlo è Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda e candidato alla guida di Confindustria. "Noi imprenditori - ha detto in un'intervista al Giornale - stiamo rispettando responsabilmente le regole e facciamo tutto quanto è necessario per garantire le forniture indispensabili alla salute degli italiani. Tutti si aspettano di trovare i medicinali nelle farmacie e negli ospedali, così come gli scaffali dei supermercati pieni. Allora, nel momento in cui le imprese devono concentrarsi su tutto questo, trovo inaccettabile e irresponsabile lo sciopero in un settore come quello della chimica, che è alla base di una filiera essenziale. Non siamo assassini e non ce lo facciamo dire da nessuno".

"Se qualche azienda non le rispetta va chiusa. Ma proclamare uno sciopero adesso - ha sottolineato Bonomi - non è concepibile, è irresponsabile. E noi irresponsabili non lo siamo mai stati. Abbiamo sempre messo la vita e la salute davanti a tutto. Con l'ultimo decreto è stato deciso di prendere la temperatura ai clienti dei supermercati. Ebbene: noi avevamo già proposto di farlo nelle imprese, nonostante in un primo tempo l'Autorità garante della privacy lo avesse vietato. Allora, a chi è che sta a cuore la salute? Noi pensiamo alla vita di tutti, non solo a quella di chi ha le tessere. Ho la sensazione - ha concluso il numero uno degli industriali lombardi - che qualcuno stia pensando di dare una spallata al sistema delle imprese private per favorire una insensata nazionalizzazione del sistema economico".