Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    15.139,81
    +288,23 (+1,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Bonus affitti 2020 prorogato, a chi spetta

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Bonus affitti prorogato fino a fine anno ma non per tutti i titolari di attività commerciali. Il decreto Ristori dà la possibilità di usufruire del credito d’imposta sui canoni di ottobre, novembre e dicembre. Ma riduce anche la platea dei beneficiari: l’agevolazione, sottolinea laleggepertutti.it, sarà riservata solo a chi rientra nei settori colpiti dalle nuove chiusure decise dal Governo nella seconda ondata dell’emergenza Covid in base ai rispettivi codici Ateco.

La buona notizia, oltre al fatto della proroga, è che per accedere al bonus non c’è più il requisito di essere un soggetto "esercente attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel 2019". Significa che l’agevolazione sui canoni di affitto è fruibile, come recita il decreto Ristori, "indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d’imposta precedente". Sarà sufficiente svolgere l’attività di uno dei codici Ateco indicati nel decreto.

Quella che non cambia rispetto al decreto Rilancio è la parte che riguarda i locatari: possono beneficiare del bonus solo se hanno avuto una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno 50% rispetto ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2019.

Immutato anche il valore del bonus: il 60% del canone di locazione di immobili ad uso non abitativo ed il 30% del canone per affitto di azienda. Non c’è un riferimento esplicito, ma si intende prorogata anche la maggiorazione dell’aliquota che riguarda le strutture turistico-ricettive. In pratica, questo tipo di imprese si vedono aumentare il bonus dal 30% al 50% se operano con contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda ed hanno almeno un immobile a uso non abitativo destinato allo svolgimento dell’attività.