Italia markets open in 3 hours 33 minutes
  • Dow Jones

    29.590,41
    -486,29 (-1,62%)
     
  • Nasdaq

    10.867,93
    -198,87 (-1,80%)
     
  • Nikkei 225

    26.619,53
    -534,30 (-1,97%)
     
  • EUR/USD

    0,9650
    -0,0038 (-0,40%)
     
  • BTC-EUR

    19.612,54
    -238,72 (-1,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    434,81
    -9,73 (-2,19%)
     
  • HANG SENG

    17.947,86
    +14,59 (+0,08%)
     
  • S&P 500

    3.693,23
    -64,76 (-1,72%)
     

Bonus casa 30mila euro, ecco dove e come ottenerlo

(Adnkronos) - Lo spopolamento dei borghi italiani è un fenomeno che affligge diverse zone della penisola. Nel corso degli anni sono state numerose le offerte di bonus mensili o una tantum per l’acquisto, l’ammodernamento e l’investimento in zone a rischio spopolamento.

L’ultimo uscito tra i bonus contro lo spopolamento mette a disposizione 5 milioni di euro per l’acquisto di una casa nei comuni dell’Appennino, per la precisione in Emilia-Romagna. Il bonus, in forma di contributo a fondo perduto, può arrivare da un minimo di 10mila a un massimo di 30mila euro per l’acquisto di una casa in un comune montano.

Il bonus casa in montagna della regione Emilia-Romagna da 30mila euro permette di agevolare l’acquisto fino al 50% della spesa complessiva dell’immobile e si rivolge a coloro che vogliono abitare stabilmente in montagna.

Il fondo di 5 milioni viene ripartito tra i 121 comuni montani dell’Emilia-Romagna ed è utilizzabile solo per l’acquisto dell’immobile. Inoltre, l’agevolazione non può essere richiesta assieme a bonus finalizzati alla ristrutturazione e occorre stabilirsi per cinque anni nel comune, senza possibilità di rivendere o affittare l’abitazione acquistata fino allo scadere di quel periodo.

Sono presenti anche delle restrizioni di età e Isee: i richiedenti devono essere under 40 (nati dopo il 1° gennaio 1982), risiedere o lavorare in Emilia-Romagna e con Isee familiari inferiore a 50mila euro annui. A questi limiti, si aggiunge però la possibilità di ottenere punti aggiuntivi se si hanno:

- uno o più figli conviventi;

- un’attività in un comune appenninico;

- meno di 30 anni.

Inoltre il punteggio nella graduatoria per la richiesta del bonus (disponibile per 12 mesi) può aumentare a seconda del comune scelto, di cui vengono calcolati tasso di crescita demografica, vecchiaia e reddito medi.