Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.683,74
    +548,75 (+1,88%)
     
  • Nasdaq

    11.051,64
    +222,13 (+2,05%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9736
    +0,0138 (+1,44%)
     
  • BTC-EUR

    20.078,95
    +334,05 (+1,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    445,92
    +17,14 (+4,00%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.719,04
    +71,75 (+1,97%)
     

Bonus ristoranti fino a 30.000 euro: come funziona e chi può richiederlo

(Adnkronos) - Il Bonus ristoranti è un contributo a fondo perduto pensato per sostenere la ripresa del settore della ristorazione affossato prima dalla pandemia e ora dall’inflazione. Prevede un rimborso fino al 70% delle spese entro il limite di 30.000 euro.

A spiegare come funziona e chi può chiedere il bonus è il decreto attuativo del Mipaaf del 4 luglio 2022, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 agosto.

Il bonus ristoranti è riconosciuto a ristoranti, pasticcerie e gelaterie (con codici Ateco 56.10.11, 56.10.30 e 10.71.20) nella misura del 70% ed entro il limite di 30.000 euro. Attenzione, però, non copre tutte le spese ma solo quelle sostenute per l’acquisto di nuovi macchinari professionali e beni strumentali all’attività d’impresa. Requisito per ottenere l’agevolazione è il mantenimento dei beni acquistati nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.

Come ricorda Money.it, restano invece esclusi l’acquisto di beni usati o rigenerati, il valore di terreni e fabbricati, le spese di manutenzione e per i pezzi di ricambio, così come consulenze di ogni genere, tasse, imposte e contributi di qualsiasi genere.

Possono chiedere l’agevolazione le imprese iscritte nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o quelle che nell’ultimo anno hanno acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici.

Le indicazioni operative per fare domanda del bonus saranno pubblicate sul portale di Invitalia entro fine settembre/inizio ottobre. La richiesta di rimborso potrà essere inoltrata entro i 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e il rimborso arriverà entro i 90 giorni successivi.