Borsa: bene Mps dopo ok Ue a Monti-bond. Rimbalza Fiat. Debole Telecom

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
AGL.MI7,110,20
MPSLTD.BO368,90+5,15

(ASCA) - Roma,17 dic - Piazza Affari annulla il modesto ribasso della prima parte della sedduta e' si porta sulla parita'. Tra i 40 big del listino milanese corre Mps (6%) dopo il via libera, temporaneo, della Ue alla agli aiuti di stato per complessivi 3,9 miliardi. Il Monte emettera' 3,9 miliardi di cosidetti obbligazioni, i cosidetti Monti-bond, che saranno sottoscritti dal Tesoro: 2 miliardi ex-novo, 1,9 miliardi derivanti dalla trasformazione dei Tremonti bond, di cui Mps usufruisce dal 2009, in Monti-bond. Mps (BSE: MPSLTD.BO - notizie) dovra' anche inviare, entro 6 mesi a partire da oggi, alla Commissione Ue il piano di ristrutturazione delle banca, un obbligo per ottenere il via libera definitivo. L'emissione dei Monti-bond e' ovviamente diluitiva sull'Eps del titolo Mps. Ricoperture tecniche su Fiat +2,52% dopo le vendite della scorsa settimana, in scia Exor +1,52%, la holding a monte del Lingotto. In rialzo Banco Popolare +1,13% e Finmeccanica +1,03%. Dal lato dei ribassi, debole Telecom +1,03%, poi Parmalat -0,93%, Impregilo (MDD: IPG.MDD - notizie) -0,92%, Autogrill (Milano: AGL.MI - notizie) +0,90%.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito