Italia markets open in 7 hours 21 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.414,95
    +81,43 (+0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1417
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    37.086,25
    -919,98 (-2,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.018,01
    -7,72 (-0,75%)
     
  • HANG SENG

    24.218,03
    -165,29 (-0,68%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Borsa di Milano chiude in rialzo dopo le festività natalizie, Cnh e DiaSorin in vetta

·1 minuto per la lettura

La settimana, l'ultima del 2021, è iniziata con il piede giusto per la Borsa di Milano. Dopo un avvio di giornata incerto, per via dei timori per la diffusione della variante Omicron, Piazza Affari ha imboccato la via dei rialzi insieme agli altri listini europei, complice la buona intonazione di Wall Street. A Milano, l'indice Ftse Mib ha così chiuso con un progresso dello 0,80% a quota 27.231,20 punti. Tra i singoli titoli, Cnh Industrial ha mostrato ancora i muscoli salendo oltre la soglia dei 17 euro, grazie a un rialzo di quasi il 2,5%. Nella seduta del 23 dicembre l’assemblea straordinaria degli azionisti di Cnh ha approvato la proposta di scissione di Iveco, prevedendo di completare la scissione il 31 dicembre 2021 con effetto dal 1 gennaio del 2022. Dal 3 gennaio 2022 le azioni ordinarie Cnh Industrial saranno scambiate sia sul Nyse che su Euronext Milan ex-assegnazione azioni ordinarie Iveco Group. Gli azionisti di Cnh riceveranno una azione ordinaria Iveco ogni cinque azioni ordinarie Cnh Industrial detenute alla chiusura della record date ai fini dell’assegnazione delle azioni, prevista per il 4 gennaio 2022. Tonica anche DiaSorin in scia alla risalita dei contagi che ha guadagnato quasi il 3% (+2,9%) a 166,35 euro. Aumento di oltre il 2% anche per Stmicroelectronics. Nelle retrovie invece, Inwit che ha lasciato sul parterre lo 0,86%, seguita da Generali, in ribasso di circa mezzo punto percentuale (-0,46%). Giù anche Telecom Italia, con un -0,4%. Per la big italiana delle tlc restano diversi punti in sospeso, tra cui la nomina del nuovo a.d. Debole anche Terna (-0,45%) che ha annunciato un investimento da 300 milioni in Sicilia per realizzare la dorsale elettrica dell'isola.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli