I mercati italiani sono chiusi

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

Davide Pantaleo
 

Petrolio: chiusura negativa ieri per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 55,33 dollari, in flessione dello 0,67%.

Giappone: conclusione in buon rialzo oggi per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 22.351,12 punti, in progresso dell'1,47%.

Wall Street: chiusura in rosso ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente dello 0,59% e dello 0,55%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 6.706,21 punti, in flessione dello 0,47%.

Dati Macro ed Eventi Usa: oggi si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare da 239mila a 234mila unità. Per i prezzi importo di ottobre si stima un rialzo dello 0,6% rispetto allo 0,7% precedente, mentre l'indice Philadelphia Fed a novembre è atteso in calo da 27,9 a 24 punti. 

Per la produzione industriale di ottobre si prevede un rialzo dello 0,5% contro lo 0,3% di settembre, mentre la capacità di utilizzo degli impianti dovrebbe salire dal 76% al 76,3%. In calendario anche l'indice Nahb che a novembre dovrebbe rimanere invariato a 68 punti.

In giornata sono previsti anche i discorsi di alcuni membri della Fed e si tratta di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland, di John Williams, a capo della Fed di San Francisco e di Lael Brainard, membro del Bord guidato dalla Yellen.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'avvio degli scambi a Wall Street si conosceranno i risultati trimestrali di Wal-Mart Stores e di Gap con un eps atteso rispettivamente a 0,97 e a 0,54 dollari, mentre per Best Buy (Swiss: BBY.SW - notizie) le stime parlano di un utile per azione pari a 0,78 dollari.
A mercati chiusi l'attenzione si sposterà sui conti di Applied Materials (NasdaqGS: AMAT - notizie) che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 0,91 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: è atteso il dato finale sull'inflazione di ottobre che dovrebbe salire dello 0,1%, in linea con la lettura preliminare e in frenata rispetto al rialzo dello 0,4% di settembre. La versione "core" è attesa in progresso dello 0,9% su base annua dopo l'1,1% del mese precedente.

In Francia si conoscerà il tasso di disoccupazione del terzo trimestre che dovrebbe calare dal 9,5% al 9,4%.
Sempre in Francia sarà da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2020, 2023 e 2025 per un ammontare compreso tra 4 e 5 miliardi di euro, mentre in Spagna saranno collocati titoli con scadenza nel 2021, 2022 e 2027 per un totale racchiuso tra 4 e 5 miliardi di euro. 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online