Italia Markets open in 8 hrs 56 mins

Borsa: Ftse Mib debole, in arrivo la revoca per Atlantia

webinfo@adnkronos.com

Chiusura di seduta di poco sotto la parità per l’indice delle blue chip di Piazza Affari. Alla vigilia del giorno del ringraziamento, e all’indomani degli ennesimi massimi storici messi a segno dagli indici a Wall Street, il Ftse MIb ha terminato a 23.485,03 punti (-0,26%). Nuova seduta con il segno più per il differenziale di rendimento con i titoli made in Germany, il famigerato spread, salito del 3,37% a 168,5 punti. 

In una giornata complessivamente povera di driver di riferimento, spicca la performance del titolo Juventus, che dopo la vittoria in Champions League è sceso del 2,46% a seguito del via libera all’aumento di capitale da 300 milioni di euro. Le nuove azioni, assegnate nel rapporto di 8 nuovi titoli ogni 25 posseduti, sono offerte al prezzo di sottoscrizione di 0,93 euro (con uno sconto sul Terp del 29,01%). 

Seduta con il segno meno anche per Atlantia (-1,41%) dopo le nuove dichiarazioni relative il ritiro della concessione autostradale. Questa volta a pesare sono le parole del premier Conte, che oggi ha rimarcato che il procedimento per la revoca della concessione va avanti. Sul tema si è espresso, utilizzando toni simili, anche il ministro Di Maio.  

Ancora acquisti su Buzzi Unicem (+0,95%), che ieri ha annunciato la vendita di asset per 665 milioni di dollari e oggi ha capitalizzato il nuovo piano di investimenti infrastrutturali del governo messicano. (in collaborazione con money.it)