Borsa: Intesa Sp guida rimonta banche. Realizzi su Tod's e Pirelli

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
YPFL3.SA0,0000
PC.MI12,230,20
SG.MI8,480,15

(ASCA) - Roma, 13 nov - Piazza Affari archivia la seduta con il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) a quota 15.333 punti (+1,40%) dopo aver passato grande della giornata in territorio negativo. L'inversione di tendeza sulla scia del restringimento dello spread Btp-Bund ripiegato a 363 punti dopo un picco giornaliero fino a quota 376, altro elemento di supporto i risultati dei primi nove mesi dei due principali gruppi bancari del paese, quali Intesa San Paolo (+5,19%) ed Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) +4,39%. Effetto trascinamento su Mps +5,06%, oggi il Cda (Sao Paolo: YPFL3.SA - notizie) del gruppo bancario senese approva i conti dei primi nove mesi, domani conference call con gli analisti. In luce anche Bpm +4,57% che oggi ha pubblicato i conti dei primi nove mesi chiusi in rosso per 106 milioni per svalutazioni degli avviamenti. La lettera ha penalizzato Tod's -6,29% e Pirelli (Milano: PC.MI - notizie) -2,82% dopo i conti dei primi nove mesi molto positivi ma che hanno alimentato, nell'ambito della rotazione settoriale verso le banche, i realizzi tecnici tipici delle fasi di ''vendere sulla notizia''. In ribasso anche Enel Gp -2,22%, Fiat Industrial -2,01% ed A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) -1,25%. Tra i i titoli a minore capitalizzazione e' proseguita la correzione ribassista di Rcs (-4,44%) che paga il rosso dei primi nove mesi. Tonfo di Saes Getters (Milano: SG.MI - notizie) -11% che nel terzo trimestre ha ridotto l'utile netto a 400mila euro.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito