La Borsa italiana sempre penalizzata

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BMPS.MI0,240,01
UCG.MDD6,380,05
FTSEMIB.MI21.613,30+78,78

Quando si stava finendo nel baratro, ai 12.800 punti del nostro Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) (-0,70%), è arrivato il rimbalzo tanto auspicato che ha ridotto decisamente il ribasso di giornata, ma non ha fugato i dubbi che riguardano la nostra Borsa: attualmente, siamo sotto attacco.

L’attacco speculativo si evidenzia in particolare nei riguardi delle nostre due maggiori Banche, cardine dell’intera economia italiana, se si deve attaccare l’Italia occorre sferrare fendenti a Banca Intesa (-3,73%) e Unicredit (MDD: UCG.MDD - notizie) (-3,95%) entrambe, per l’appunto, fermate in asta di volatilità nell’ultima ora di contrattazione e riammesse negli ultimi minuti.

Ci sono stati altri titoli che hanno fatto registrare ribassi ancora più marcati, Banca MPS (Milano: BMPS.MI - notizie) (-5,88%) che con la performance odierna è arrivata a stabilire il minimo assoluto terminando le contrattazione a quota 0,192 euro. Solo per dare un dato di raffronto ricordiamo che il famigerato 9 marzo 2009 il titolo aveva terminato a 0,6426 euro, cioè è scesa di un ulteriore 70%.

Malissimo anche Mediolanum (EUREX: 976622.EX - notizie) (-4,99%) e Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) (-4,82%) .

Ovviamente il crollo riguarda tutto il comparto bancario, quindi: Bper (-3,40%), Ubi Banca (MDD: UBI.MDD - notizie) (-2,84%), Mediobanca (Xetra: 851715 - notizie) (-2,82%) e Banco Popolare (Francoforte: A0MWJR - notizie) (-1,81%).

Nella giornata abbiamo però avuto anche alcune buone performances, a cominciare da Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) (+2,09%) per il quale la quota di 20 euro sembra al momento essere una barriera che ha funzionato.

Torna a salire Tenaris (EUREX: TW11.EX - notizie) (+1,73%) dopo un paio di battute a vuoto, Lottomatica (EUREX: N4GF.EX - notizie) (+1,28%) che si mantiene su valori decisamente elevati, Telecom Italia (EUREX: TQIF.EX - notizie) (+1,15%) che rimbalza dopo la batosta della vigilia e la solita Impregilo (Xetra: A0ET41 - notizie) (+1,00%) per la quale nessuna delle due cordate vuole mollare.

, Insomma, personalmente sono convinto che ciò che sta accadendo in questo periodo in Italia ed in Europa può sconvolgere gli assetti stessi del Vecchio Continente, speriamo solo che nessuno voglia distruggere e ci sia qualcuno ancora che voglia costruire.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.417,53 0,00% 02:01 CEST

Ultime notizie dai mercati