Italia Markets closed

Borsa: la settimana si chiude in rialzo, rally di Poste e Atlantia

webinfo@adnkronos.com

Borse europee tutte in positivo dopo le rassicurazioni arrivate dall’Organizzazione mondiale della sanità sul virus cinese e le indicazioni positive arrivate dagli indici che misurano il sentiment dei direttori degli acquisti del Vecchio continente (spicca in particolare il dato relativo la Germania, salito ai massimi da cinque mesi). 

A Piazza Affari il Ftse Mib ha terminato la settimana a 23.969,13 punti, +1,11% sul dato precedente, mentre lo spread tra Btp e Bund, sotto i riflettori alla vigilia degli importanti appuntamenti elettorali in Emilia Romagna e Calabria, non ha fatto segnare variazioni di rilievo confermandosi a 156 punti base. 

Sul Ftse Mib spicca in particolare la performance di Poste italiane (+3,17%), spinta dall’incontro tenuto con la comunità finanziaria londinese in occasione dell'Innovation Workshop. Seduta in ordine sparso invece per UniCredit (-0,89%), Intesa Sanpaolo (+0,44%) e Banco BPM (-1,01%). 

Giornata di guadagni per Atlantia (+3,19%) che, secondo i ben informati, starebbe valutando il progetto di scissione di Aspi. Dopo le dimissioni di Di Maio, l’operazione di separazione potrebbe spingere diversi esponenti della maggioranza di governo a riconsiderare la loro posizione nei confronti della società. Ancora acquisti su STMicroelectronics (+2,78%), che ieri ha annunciato risultati ed outlook migliori delle stime. 

Nel comparto industriale due velocità per Pirelli (-2,5%) e CNH Industrial (+1,33%): la prima ha pagato pegno alle indicazioni negative diffuse dalla finlandese Nokian Tyres mentre la seconda ha capitalizzato i dati Acea sulle immatricolazioni di veicoli commerciali in Europa. Acquisti anche su Leonardo (+2,43%) e Ferrari (+1,09%) nel giorno in cui Morgan Stanley e JPMorgan hanno incrementato il prezzo obiettivo sui due titoli. (in collaborazione con money.it)