Italia Markets closed

Borsa: Lusso sugli scudi a Piazza Affari, ma attenzione allo spread

webinfo@adnkronos.com

Chiusura in lieve territorio negativo per il listino di Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato a 22.969,4 punti, -0,28% rispetto al dato precedente. Due le grandi storie che hanno caratterizzato la giornata: i rumor sulla possibile acquisizione di Moncler (+6,52%) e la richiesta di pagamento arrivata dall'Agenzia delle Entrate ad FCA (-0,85%). 

Per quanto riguarda la società dei piumini, gli acquisti oggi sono stati innescati dalle indiscrezioni su un interesse da parte della maison francese Kering. Secondo i ben informati, al momento i francesi sarebbero ancora alle prese con colloqui esplorativi. La notizia ha spinto anche gli altri titoli legati al made in Italy come Salvatore Ferragamo (+7,38%), Tod's (+5,29%) e Brunello Cucinelli (+1,55%). 

Nel caso invece della casa italo-statunitense, l'Agenzia delle Entrate contesta di aver sottostimato, nel 2014, il valore per l'acquisizione di Chrysler di 5,1 miliardi. Tramite una valutazione inferiore, FCA avrebbe evitato di pagare oltre 1,3 miliardi di tasse. Oltre agli impatti diretti, gli analisti di Equita hanno rilevato che si tratta di una nuova complicazione, dopo la causa avviata da General Motors, alla fusione con PSA. 

Nel comparto industriale, andamento positivo per Leonardo (+1,5%) dopo che che l'agenzia S&P ha migliorato l'outlook sul rating. 

Debolezza per il comparto bancario: UniCredit ha perso l'1,34%, Intesa Sanpaolo è scesa dello 0,13% e Banco BPM ha lasciato sul parterre l'1,44%. Torna a preoccupare lo spread, salito di quasi 4 punti percentuali a 176,8 punti base. (In collaborazione con money.it)