Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.553,98
    +53,30 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    11.597,06
    -10,56 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    26.871,27
    +379,30 (+1,43%)
     
  • EUR/USD

    1,0606
    +0,0047 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    19.611,27
    -644,20 (-3,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    453,10
    -8,69 (-1,88%)
     
  • HANG SENG

    22.229,52
    +510,46 (+2,35%)
     
  • S&P 500

    3.920,34
    +8,60 (+0,22%)
     

Borsa Milano annulla rialzi in scia a Wall Street, giù Cnh

Il logo Cnh su delle bandiere davanti la sede del gruppo a Torino

MILANO (Reuters) - Piazza Affari annulla i guadagni accumulati nel corso della seduta in scia all'indebolimento di Wall Street, al termine di una settimana contrassegnata da elevata volatilità sui mercati, specchio dell'incertezza che disorienta gli investitori in questa fase.

In mattinata i mercati sono stati sostenuti dalle nuove misure di stimolo annunciate dalla Cina per dare supporto al mercato immobiliare e rilanciare l'economia.

Nel pomeriggio, dopo un avvio positivo, gli indici della borsa statunitense passano in negativo trascinando le borse europee.

Gli operatori sottolineano i persistenti timori sul quadro macroeconomico afflitto dall'inflazione, le ricadute sugli utili aziendali e la persistente incertezza attorno all'evoluzione del conflitto in Ucraina.

Poco dopo le 17,00 il FTSE Mib guadagna lo 0,1% dopo un picco di giornata di circa +2%.

Tra i titoli in evidenza:

In gran spolvero Nexi, in rialzo del 4,6% circa, con volumi intensi e un movimento che i trader riconducono a ricoperture in un contesto positivo per tutto il settore in Europa.

Acquisti nell'automotive anche se frena il passo rispetto ai maggiori guadagni della prima parte della seduta. Stellantis sale dello 0,6%, mentre Ferrari guadagna l'1,3%.

Inverte rotta Cnh e passa in fondo al listino con un calo di quasi il 6% dopo che la concorrente Usa Deere ha deluso il mercato sui ricavi del trimestre nonostante l'utile sia stato migliore delle attese. Il titolo del gruppo americano scivola di quasi il 10% a Wall Street.

Ben comprate le utility con Enel a +3% ed Hera a +0,7%. Fiacche le banche con Unicredit in calo dell'1,6%, colpita da realizzi dopo i recenti guadagni.

In una seduta debole per tutto il lusso europeo Moncler perde il 2,2% e Ferragamo il 2,5%. A pesare sul settore del lusso è il calo a doppia cifra del titolo del gruppo svizzero Richemont in un mercato deluso dai conti e per non avere avuto alcun aggiornamento, come atteso, sui piani per cedere il controllo del retailer online Yoox Net-a-Porter (Ynap).

Diasorin avanza dell'1% dopo l'annuncio della marcatura CE di un nuovo test molecolare per i quattro virus respiratori più diffusi. "E' una notizia positiva per Diasorin che amplia la propria offerta diagnostica sulle piattaforme molecolari lowplex con un test rilevante soprattutto nella stagione influenzale", commenta Equita.

(Andrea Mandalà, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli