Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 2 hours 3 minutes
  • FTSE MIB

    30.355,36
    +272,48 (+0,91%)
     
  • Dow Jones

    36.124,56
    -79,88 (-0,22%)
     
  • Nasdaq

    14.229,91
    +44,42 (+0,31%)
     
  • Nikkei 225

    33.445,90
    +670,08 (+2,04%)
     
  • Petrolio

    70,70
    -1,62 (-2,24%)
     
  • Bitcoin EUR

    40.966,65
    +2.050,52 (+5,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    900,73
    +40,19 (+4,67%)
     
  • Oro

    2.047,30
    +11,00 (+0,54%)
     
  • EUR/USD

    1,0805
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.567,18
    -2,60 (-0,06%)
     
  • HANG SENG

    16.463,26
    +135,40 (+0,83%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.483,44
    +30,67 (+0,69%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CHF

    0,9433
    -0,0012 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4654
    -0,0017 (-0,12%)
     

Borsa Milano in cauto rialzo in avvio, attesa inflazione Usa, prosegue denaro su banche

Una donna davanti all'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Avvio di seduta positivo anche oggi a Piazza Affari dopo il rally dei mercati asiatici e con i riflettori degli investitori puntati sul dato cruciale dell'inflazione Usa atteso nel pomeriggio.

Secondo il consensus Reuters l'inflazione negli Stati Uniti dovrebbe rallentare al 3,3% in ottobre dal 3,7% di settembre, mentre quella 'core' è vista invariata rispetto a settembre, al 4,1%.

Intorno alle 9,30 l'indice Ftse Mib avanza dello 0,30%.

Anche oggi gli acquisti si concentrano sul settore bancario dopo una stagione di trimestrali molto positiva con i broker alle prese con le revisioni delle stime in un contesto di tassi elevati che sostiene il margine di interesse degli istituti di credito. L'indice settoriale balza dello 0,9%. Oggi svetta Pop Sondrio con un rialzo del 2,32%, dopo che Dbrs Morningstar ha confermato i rating migliorando allo stesso tempo il trend a 'positivo' da 'stabile'. Seguono Bper a +1,7% su nuovi massimi pluriennali e BANCO BPM a +1,3%. Più tranquilla Mps (+0,6%) dopo lo strappo di ieri. In salita dello 0,7% le due big Intesa SP e Unicredit.

Debole A2A (-0,22%) in vista del dato dei nove mesi oggi.

Rimbalza doValue (+2,6%) dopo il forte ribasso registrato nelle ultime due sedute.

Vendute sia Erg (-0,6%) dopo la trimestrale e la revisione al rialzo della guidance sul mol 2023 sia Unieuro che arretra del 2,4% dopo i dati del secondo trimestre.

(Giancarlo Navach, editing Stefano Bernabei)