Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.950,74
    -149,88 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    33.926,01
    -127,93 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    12.006,96
    -193,86 (-1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.509,46
    +107,41 (+0,39%)
     
  • Petrolio

    73,23
    -2,65 (-3,49%)
     
  • BTC-EUR

    21.595,43
    -234,17 (-1,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    535,42
    -1,43 (-0,27%)
     
  • Oro

    1.865,90
    -50,40 (-2,63%)
     
  • EUR/USD

    1,0798
    -0,0113 (-1,04%)
     
  • S&P 500

    4.136,48
    -43,28 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    21.660,47
    -297,89 (-1,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.257,98
    +16,86 (+0,40%)
     
  • EUR/GBP

    0,8954
    +0,0038 (+0,43%)
     
  • EUR/CHF

    0,9993
    +0,0030 (+0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,4467
    -0,0055 (-0,38%)
     

Borsa Milano in cauto rialzo, bene oil e lusso, brilla Webuild

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari accelera in tarda mattinata ma registra comunque un rialzo modesto, in linea con gli altri principali azionari europei, in un clima di generale cautela che tuttavia beneficia di una serie di risultati e outlook positivi in Europa.

Allo stesso tempo, diverse voci, dal governatore della banca centrale francese Francois Villeroy de Galhau al Ceo di UniCredit Andrea Orcel parlano da Davos della possibilità che l'Europa riesca a sfuggire alla recessione prevista per quest'anno.

Intanto, il dato finale sull'inflazione della zona euro ha confermato le previsioni di un rallentamento a dicembre ed un aumento del 9,2% su base annua.

I futures sugli indici Usa indicano tuttavia un'apertura incerta a Wall Street.

Intorno alle 12,05 l'indice Ftse Mib, che ha toccato oltre 26.000 punti, raggiungendo i massimi da fine febbraio 2022, scambia in rialzo di 0,3%. Volumi attorno ai 700 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Miste le banche dopo il deciso ribasso di ieri, con Unicredit ed Intesa Sanpaolo in calo, mentre Banco Bpm segna +0,6% e Bper guadagna 2,5%.

Molto tonico il comparto Oil, spinto dalle speranze di un rimbalzo della domanda in Cina. Accelera ancora Tenaris (+5,3%), Saipem segna +3,7%, mentre Eni sale dell'1%.

Seduta vivace anche per il lusso, con Cucinelli che avanza del 5,3%. Moncler segna +1,9% e Ferragamo prende +1,2%. Stamane il Cfo di Burberry ha detto che il gruppo sta ricevendo dei segnali molto promettenti" dal mercato cinese dopo il lockdown degli ultimi mesi che ha impattato sui conti dei principali marchi di lusso europee, come Richemont e la stessa Burberry.

Ma è Webuild il miglior performer del paniere principale con un guadagno del 6% dopo che Exane Bnp Paribas ha riavviato la copertura del titolo con "outperform" e un target price di 1,9 euro citando, tra gli altri, un ricco portafoglio ordini.

Rialzo minimo invece per Stellantis (+0,3%) dopo l'accordo con la finlandese Terrafame per la fornitura di solfato di nichel per la produzione delle batterie per i veicoli elettrici.

Dopo una fiammata seguita ai conti preliminari 2022 e i target per l'anno in corso, Azimut riduce i guadagnai e si attesta su +0,5%.

Telecom Italia ha invece virato in negativo e cede 0,7%.

Stessa sorte per Juventus, che ora perde -0,1%. Il presidente uscente Andrea Agnelli ha detto che intende dimettersi anche dai ruoli ricoperti nei consigli di amministrazione di Stellantis ed Exor

Dovalue sale dello 0,9% dopo l'annuncio di ulteriori 400 milioni di euro in Utp al Fondo Efesto, il cui servicer è la società del gruppo doNext. La notizia ha un tono positivo sia per Banca Akros che per Bestinver.

Tra i più piccoli, Tinexta avanza del 2,5% dopo un accordo vincolante per l'acquisto del 65% di Ascertia Limited.

Stesso rialzo per Zignago Vetro dopo che Berenberg ha alzato il rating a "buy" da "hold" e il target price a 17 euro da 14,5.

(Federico Maccioni, editing Francesca Piscioneri)