Italia markets close in 6 hours 15 minutes
  • FTSE MIB

    26.653,98
    -407,42 (-1,51%)
     
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,03 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,08 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.588,37
    +66,11 (+0,24%)
     
  • Petrolio

    85,34
    +0,20 (+0,23%)
     
  • BTC-EUR

    30.078,15
    -1.783,30 (-5,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    779,76
    +537,08 (+221,31%)
     
  • Oro

    1.840,80
    +9,00 (+0,49%)
     
  • EUR/USD

    1,1328
    -0,0027 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     
  • HANG SENG

    24.656,46
    -309,09 (-1,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.167,78
    -61,78 (-1,46%)
     
  • EUR/GBP

    0,8378
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0321
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4279
    +0,0011 (+0,07%)
     

Borsa Milano in cauto rialzo, seduta post natalizia senza spunti, toniche Cnh e Diasorin

·2 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Indici in lieve rialzo, in una seduta avara di temi e spunti, con volumi sottili alla ripresa delle negoziazioni dopo il ponte natalizio.

Diversi mercati sono chiusi quest'oggi, come Londra, Hong Kong e l'Australia. "Il mercato è molto tranquillo quando mancano poche sedute alla fine dell'anno", osserva un trader.

Generalmente deboli i mercati asiatici stamani, penalizzati dalle incertezze legate all'impatto economico della variante Omicron del coronavirus.

Prima della pausa natalizia giovedì scorso Wall Street ha chiuso su nuovi massimi storici, grazie al sollievo che viene dai primi segnali secondo cui la variante Omicron potrebbe essere meno severa di quanto temuto. E le proiezioni che vengono dai futures indicano un avvio in lieve rialzo nel pomeriggio.

Intorno alle 12,30 l'indice FTSE Mib è in crescita dello 0,25%. I volumi superano di poco i 400 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Prosegue il buon momento di Cnh (+2,1%) dopo l'ok giovedì scorso dell'assemblea allo spinoff di Iveco a partire dal primo di gennaio. Le azioni hanno toccato un nuovo masso storico a 17,24 euro.

Ben raccolta anche Diasorin (+1,45%) in scia della buona intonazione della svizzera Roche dopo che ha ricevuto via libera regolatorio per alcuni prodotti sul trattamento del Covid con gli anticorpi.

Banche poco mosse con Intesa Sanpaolo in crescita dello 0,2% e Unicredit piatta, così come Mps. Cedente Popolare Sondrio (-0,3%) che ha stamani reso noto la cessione multi-originator di un portafoglio di sofferenze per un valore lordo contabile complessivo di 789,2 milioni di euro, di cui 420,9 milioni riferibili alla banca valtellinese.

Qualche spunto sul titolo Juventus, in crescita del 3% in un anno complessivamente molto negativo per il club torinese in Borsa.

Prese di profitto sulle utility legate alle attività regolate, come Terna che cede lo 0,3% o Italgas in flessione dello 0,4%.

Fuori dal paniere Bioera cede lo 0,5%. Stamani l'annuncio dello stop alla fusione per incorporazione di Helon in Bioera dopo che Fidital Revisione, nominata dal tribunale di Milano quale esperto comune per redigere una relazione sulla congruità del rapporto di cambio delle azioni, ha ritenuto "non adeguate le metodologie valutative applicate dagli amministratori circa la determinazione del rapporto di cambio".

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli