Italia markets closed

Borsa, Milano chiude di nuovo in rialzo Ftse-Mib +1,71%

Voz

Roma, 20 mar. (askanews) - Chiusura di nuovo in rialzo alla Borsa di Milano, in un quadro delle Borse europee ancora in rally dopo i recuperi innescati ieri dalle energiche misure messe in campo dalla Bce, anche se con una ulteriore frenata sul finale, mentre Wall Street virava al ribasso. A fine contrattazioni l'indice Ftse-Mib ha siglato gli scambi al più 1,71% a quota 15.731 punti, dopo che nel corso della seduta era arrivato a risuperare la soglia psicologia dei 16 mila punti, al di sotto della quale era finito giovedì scorso, dopo che la prima risposta della Bce alla crisi non aveva rasserenato gli allarmismi.

Poi l'istituzione di Francoforte, nell'ambito di una concitata serie di vertici europei nei giorni passati, ha deciso una drastica virata in senso espansivo, soprattutto varando un piano di acquisti di titoli che stavolta (ad oggi) appare proporzionato ai danni che si stanno accumulando con la pandemia da coronavirus: 750 miliardi di euro. E la presidente Christine Lagrde è stata anche molto chiara nell'avvertire che se servirà l'istituzione si spingerà oltre.

Francoforte ha chiuso al più 3,70%, Londra al più 0,76%, Parigi al più 5%. Oltra Atlantico Wall Street procede altalenante, alternando rialzi e ribassi nel pomeriggio il Dow Jones perde lo 0,34% ma il Nasdaq guadagna lo 0,38%. L'euro intanto resta ai minimi da tre anni a 1,0677 dollari.

Oggi altre misure espansive sono giunte dalla vigilanza sulle banche, ed è proseguito anche il calmieramento dei titoli di Stato. Lo spread Btp-Bund è rimasto a 200 punti base, ma con i rendimenti dei titoli decennali italiani (quelli che costano sulle casse pubbliche) alleggeriti di altri 19 punti base.

I crolli a catena delle ultime settimane lasciano comunque ferite profonde sul listino milanese. Nell'ultimo mese il Ftse-Mib ha perso il 38,2% e si attesta ai livelli di metà 2016.