Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.835,35
    -170,05 (-0,65%)
     
  • Dow Jones

    34.505,71
    -134,08 (-0,39%)
     
  • Nasdaq

    15.070,42
    -310,89 (-2,02%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    67,83
    +1,33 (+2,00%)
     
  • BTC-EUR

    49.123,27
    -1.070,22 (-2,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.406,24
    -35,52 (-2,46%)
     
  • Oro

    1.776,80
    +14,10 (+0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,1299
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • S&P 500

    4.533,78
    -43,32 (-0,95%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.062,04
    -45,98 (-1,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8542
    +0,0048 (+0,56%)
     
  • EUR/CHF

    1,0386
    -0,0011 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4463
    -0,0009 (-0,06%)
     

Borsa Milano consolida rialzo con banche, forte Banco Bpm, balza Exor

·2 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari prosegue in rialzo in un contesto positivo per le borse europee, sostenuta da bancari ed energetici mentre sta per entrare nel vivo la stagione delle trimestrali.

A offrire vivacità sul listino milanese sono diversi spunti, soprattutto sul settore bancario dopo la rottura delle trattative tra UniCredit e Mps.

Sul mercato italiano gli investitori registrano anche il pronunciamento, venerdì sera, di S&P Global sul rating sovrano con il miglioramento dell'outlook a 'positivo' da 'stabile, e la conferma del rating a 'BBB'.

A Wall Street i futures sugli indici azionari segnalano un'apertura in leggero rialzo.

Intorno alle 13,30 l'indice FTSE Mib segna un rialzo dello 0,7%.

Tra i titoli in evidenza:

Tra i bancari Banco Bpm balza del 2,8% dopo che l'interruzione delle trattative tra il Tesoro e UniCredit per Mps rimescola gli scenari sull'M&A bancario, con il mercato che torna a scommettere su Banco Bpm quale potenziale target di UniCredit.

Dopo un calo iniziale, UniCredit recupera terreno e sale dello 0,3% con trader e analisti che apprezzano l'atteggiamento di forza e la disciplina nell'affrontare l'M&A mostrata dal numero uno dell'istituto, Andrea Orcel.

Mps, volatile, recupera dal tonfo dei primi scambi e limita il calo allo 0,7%. Secondo una fonte vicina al dossier il ministero dell'Economia punta a ricapitalizzare l'istituto senese con una operazione di mercato, senza quindi nuovi aiuti di stato che farebbero scattare il burden sharing.

In cima al FTSE Mib Exor balza del 6,3% spinta dalle indiscrezioni che ipotizzano una riapertura delle trattative con la francese Covéa per la vendita di PartnerRE.

Bene i petroliferi con Saipem e Eni in rialzo di circa l'1,%.

Ritracciano le utility recentemente protagoniste di decisi rialzi. A2A perde l'1,4%, Hera e Enel lo 0,8% circa.

(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli