Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.376,76
    +205,43 (+1,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8989
    +0,0073 (+0,81%)
     
  • EUR/CHF

    1,0823
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,5540
    +0,0039 (+0,25%)
     

Borsa Milano in deciso rialzo su accordo Ue, banche forti su speculazioni M&A

·1 minuto per la lettura
Un uomo di fronte alla sede della Borsa di Milano
Un uomo di fronte alla sede della Borsa di Milano

MILANO, 21 luglio (Reuters) - - Avvio in deciso progresso a Piazza Affari tra mercati europei che festeggiano l'accordo raggiunto poco prima dell'alba dai leader dell'Unione europea sul massiccio piano di stimoli a sostegno delle economie duramente colpite dal coronavirus.

Già in rialzo ieri sulle scommesse di un esito positivo dei difficili negoziati che hanno tenuto i leader Ue impegnati per quasi cinque giorni, l'indice FTSE Mib della borsa milanese tocca i massimi da circa quattro mesi e mezzo.

I mercati globali sono anche sostenuti dai progressi nello sviluppo di un vaccino contro il Covid-19, che alimentano la fiducia degli investitori in una ripresa dell'economia.

Lo spread del rendimento fra titoli di stato decennali italiani e tedeschi scende intorno a 153 punti base, il livello più basso da fine febbraio.

Prosegue l'attenzione sui bancari in un mercato che torna a puntare sul risiko del settore dopo il rilancio annunciato venerdì scorso da Intesa Sanpaolo su Ubi <UBI.MI.

I riflettori si accedono su possibili candidati a operazioni di M&A rilanciate da indiscrezioni stampa. In particolare UNICREDIT -- che balza del 5% -- potrebbe riconsiderate la propria strategia di crescita organica e guardare a qualche operazione di consolidamento domestico, secondo la stampa.

Le speculazioni sul risiko bancario coinvolgono anche Banco Bpm(+4,4%) e Mps (+6,5%).

Prosegue il rimbalzo di Atlantia +1,5% nel giorno dell'assemblea annuale della controllante Edizione, la holding della famiglia Benetton.

Buoni progressi anche sul comparto industriale sostenuto dal clima di fiducia per la ripresa dell'economia. Cnh Industrial avanza del 4%, Fca del 2,3%, Leonardo dell'1,8%.