Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.609,40
    -105,99 (-0,31%)
     
  • Nasdaq

    13.994,79
    -159,23 (-1,12%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    84,90
    -0,65 (-0,76%)
     
  • BTC-EUR

    33.963,88
    -4.392,39 (-11,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    905,21
    +662,53 (+273,01%)
     
  • Oro

    1.833,40
    -9,20 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1349
    +0,0032 (+0,28%)
     
  • S&P 500

    4.452,32
    -30,41 (-0,68%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8368
    +0,0051 (+0,61%)
     
  • EUR/CHF

    1,0345
    -0,0029 (-0,28%)
     
  • EUR/CAD

    1,4233
    +0,0093 (+0,66%)
     

Borsa Milano estende rimbalzo, Ftse Mib torna sopra 27.000 punti, in luce tech, auto

·3 minuto per la lettura
La facciata della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari consolida i guadagni in un mercato che cavalca le minori preoccupazioni sull'impatto di Omicron e favorisce il ritorno ai livelli appena precedenti lo scivolone causato dai timori per l'arrivo della nuova variante del Covid, oltre una settimana fa.

La buona apertura di Wall Street, trascinata dai tecnologici, offre ulteriore sostegno al clima di risk-on a cui stamane aveva contribuito la mossa della banca centrale cinese che ha tagliato il coefficiente di riserva obbligatoria per le banche.

Il ritrovato ottimismo spinge gli investitori a riposizionarsi sull'atteso rally natalizio cercando occasioni di acquisto tra i titoli più penalizzati dal recente sell-off, tra cui tecnologici, auto e lusso.

Intorno alle 16,30 l'indice delle blue-chip del listino milanese Ftse Mib sale del 2,3% superando quota 27.000 punti persi nel venerdì nero dello scorso 26 novembre quando, per la paura di Omicron, aveva registrato la peggiore seduta da fine ottobre 2020.

I volumi sono tuttavia ridotti vista la giornata semi-festiva per il ponte dell'Immacolata.

Tra i titoli in evidenza:

Vola Stm(+5,6%) tra tecnologici galvanizzati dalla notizia dell'annuncio di Intel sul prossimo ingresso in borsa di Mobileye, la controllata del colosso dei chip attiva nelle auto a guida autonoma. Stm è partner tecnologico di lungo termine di Mobileye, con una relazione proseguita anche dopo l'acquisizione di Intel. "Crediamo che una Ipo a multipli elevati possa essere positiva, in modo indiretto, anche per Stm", dice Equita Sim.

In luce anche il settore automotive con STELLANTIS in salita del 3,7% dopo avere annunciato la sua strategia software per l'utilizzo delle piattaforme tecnologiche, grazie alla quale prevede di generare circa quattro miliardi di euro di ricavi annuali aggiuntivi entro il 2026 e circa 20 miliardi entro il 2030.

Forti anche Cnh(+3,9%) e Pirelli, (+3,3%), quest'ultima favorita anche ad un upgrade da parte di un broker europeo, secondo un trader.

Ben gettonata Nexi(+4,7%) in un mercato che riporta l'attenzione sul settore dei servizi di pagamento dopo la notizia che la francese Worldline ha acquistato l'80% delle attività di merchant banking dell'istituto greco Eurobank, e per le quali era in corsa anche la stessa Nexi.

Nel lusso svetta Moncler in rialzo del 4% dopo che Hsbc ha alzato il target price a 60 da 48 euro, mentre Ferragamo avanza di oltre il 3%.

Bancari in buon rialzo anche se mancano grossi spunti. Tra i big UniCredit sale del 2,7%, Intesa Sanpaolo del 2,4%

Telecom italia non riesce ad accodarsi al rally generale del listino e ferma il proprio tentativo di recupero ad un marginale 0,2%. Ieri sera il Comitato designato dal Cda ha scelto gli advisor finanziari per valutare la proposta di acquisto non vincolante di Kkr e eventuali alternative strategiche, mentre proseguono le indiscrezioni stampa su un piano alternativo sostenuto da Vivendi. "La situazione rimane fluida e l'emergere di piani strategici alternativi a Kkr (e senza Opa) manterranno la pressione sul titolo, come già successo ieri, in attesa delle decisioni del Cda", commenta Equita Sim.

Deboli le utility, titoli difensivi e trascurati nelle fasi di maggiore propensione al rischio dei mercati.

(Andrea Mandalà, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli