Italia markets close in 5 hours 59 minutes
  • FTSE MIB

    20.529,61
    -431,77 (-2,06%)
     
  • Dow Jones

    29.134,99
    -125,82 (-0,43%)
     
  • Nasdaq

    10.829,50
    +26,58 (+0,25%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • Petrolio

    78,31
    -0,19 (-0,24%)
     
  • BTC-EUR

    19.540,46
    -1.670,94 (-7,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    426,64
    -32,50 (-7,08%)
     
  • Oro

    1.625,30
    -10,90 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    0,9556
    -0,0042 (-0,44%)
     
  • S&P 500

    3.647,29
    -7,75 (-0,21%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.266,23
    -62,42 (-1,88%)
     
  • EUR/GBP

    0,8950
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9488
    -0,0027 (-0,28%)
     
  • EUR/CAD

    1,3200
    +0,0030 (+0,23%)
     

Borsa Milano forte rialzo dopo Bce, corrono banche, oil, utility, rimbalza Tim

Una donna davanti all'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Indici in deciso rialzo a Piazza Affari e nelle altre borse europee, al traino in particolare del comparto bancario dopo il rialzo record dei tassi di 75 punti base deciso dalla Bce ieri per contrastare l'inflazione.

"I mercati erano arrivati scarichi al discorso di Lagarde, avendo già scontato un rialzo dei tassi di questo tipo. Questo spiega il recupero", osserva un trader.

Intorno alle 11,50 l'indice FTSE Mib guadagna il l'1,8% con volumi che superano i 600 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Continua il buon momento dei bancari, con l'indice settoriale che cresce del 3,9%, con gli investitori che vedono nel rialzo dei tassi un sostegno alla redditività del settore. UNICREDIT avanza del 3%, INTESA del 4,5% Vivaci BANCO BPM con +2,6%, BPER (+3,4%) e MPS (+3%). "L'ingresso in uno scenario di tassi positivi e in progressivo rialzo costituisce chiaramente un elemento di supporto per la redditività del settore bancario, oltre ad ampliare il buffer di sicurezza per affrontare un potenzialmente severo deterioramento macro", scrive Equita nel daily.

Bene anche il risparmio gestito con FINECO che sale del 5,2%.

In recupero le utility dopo i pesanti ribassi legati elle pressioni sui prezzi dell'energia, con TERNA e SNAM in salita dell'1,7%. ITALGAS avanza del 2,2%. A2A (+2,7%).

Corrono anche le società petrolifere sul nuovo balzo del prezzo del petrolio: ENI guadagna l'1,3%, meglio TENARIS (+4,3%), SAIPEM cresce del 2,5%.

Rimbalza TELECOM ITALIA (+2,6%) dopo che ieri aveva toccato nuovi minimi storici a 0,19 euro, penalizzata dai contrasti tra gli azionisti. Ieri Reuters ha scritto che a breve la società avvierà un processo formale per selezionare un partner di minoranza per Tim Enterprise, la società che raggrupperà i servizi di connettività per i grandi clienti e le attività cloud, cybersecurity e Internet of Things.

(Giancarlo Navach, editing Gianluca Semeraro)