Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 3 hours 28 minutes
  • FTSE MIB

    34.490,21
    -147,54 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    40.358,09
    -57,35 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    17.997,35
    -10,22 (-0,06%)
     
  • Nikkei 225

    39.154,85
    -439,54 (-1,11%)
     
  • Petrolio

    77,94
    +0,98 (+1,27%)
     
  • Bitcoin EUR

    61.203,93
    -300,76 (-0,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.369,34
    +3,45 (+0,25%)
     
  • Oro

    2.417,00
    +9,70 (+0,40%)
     
  • EUR/USD

    1,0850
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • S&P 500

    5.555,74
    -8,67 (-0,16%)
     
  • HANG SENG

    17.311,05
    -158,31 (-0,91%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.877,43
    -39,37 (-0,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8396
    -0,0012 (-0,14%)
     
  • EUR/CHF

    0,9612
    -0,0057 (-0,59%)
     
  • EUR/CAD

    1,4951
    -0,0005 (-0,03%)
     

Borsa Milano in leggero calo con banche, Oil, bene Prysmian

Un uomo davanti alla borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Dopo la buona tenuta di ieri in un clima di incertezza su tutti i listini europei per l'inaspettato esito delle elezioni francesi, Piazza Affari parte stamani in leggero terreno negativo condizionato dai ribasso dei bancari e Oil.

In assenza di appuntamenti macro rilevanti che possano dare qualche indicazione direzionale ai mercati - l'unico evento in agenda oggi è la prima giornata di audizioni del presidente Fed Jerome Powell alla Commissione Bancaria del Senato -, gli investitori si concentrano in questa prima fase su singoli spunti.

Intorno alle 9,30 il FTSE Mib segna un calo dello 0,35%

Ritracciano i bancari dopo i decisi rialzi della vigilia con Pop Sondrio, Mediobanca, Unicredit e Intesa in calo tra lo 0,5% di quest'ultima a -1% per l'ex popolare. Sempre tra i finanziari Generali è in fondo al Ftse Mib con un calo del 2%.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Tra gli oil, appesantiti in Europa dall'annuncio di Bp (-3%) che prevede un impatto sui risultati del secondo trimestre derivante dal calo dei margini di raffinazione e dalla debolezze del mercato petrolifero, Eni cede lo 0,4%, nonostante la notizia di ieri su una nuova scoperta offshore in Messico.

Sul fronte opposto del Ftse Mib in evidenza Prysmian, in rialzo di oltre 3% dopo che Jefferies ha rivisto al rialzo la raccomandazione sul titolo a 'Buy' da 'Hold' con un target price di 73 euro dai 58 euro precedenti.

(Andrea Mandalà, editing Gianluca Semeraro)