Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.634,39
    -501,55 (-1,43%)
     
  • Nasdaq

    15.571,79
    -211,04 (-1,34%)
     
  • Nikkei 225

    27.821,76
    -462,16 (-1,63%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0024 (+0,22%)
     
  • BTC-EUR

    51.357,77
    -903,51 (-1,73%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.479,06
    +36,28 (+2,51%)
     
  • HANG SENG

    23.475,26
    -376,98 (-1,58%)
     
  • S&P 500

    4.592,95
    -62,32 (-1,34%)
     

Borsa Milano in lieve rialzo con Enel, balza matricola Destination Italia

·2 minuto per la lettura
La facciata della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si avvicina alla chiusura della seduta con un piccolo rialzo, in linea con le altre borse europee e con Wall Street, che beneficia di una serie di risultati societari superiori alle aspettative.

Intorno alle 16,40 l'indice FTSE Mib segna un progresso dello 0,21%.

Tra i titoli in evidenza:

Spunti su Enel (+2,6%) sulle indiscrezioni stampa spagnole secondo cui Madrid sta pensando di alleggerire l'impatto economico delle politiche di raffreddamento delle bollette per le aziende che applicano prezzi ragionevoli ai consumatori finali. La scorsa estate il governo ha approvato un disegno di legge per ridurre di circa 2,6 miliardi di euro gli utili delle società e incanalare l'importo verso i consumatori colpiti dall'impennata dei prezzi dell'energia. A seguito di questo annuncio le società elettriche hanno subito un forte calo dei valori di borsa. Oggi salgono tutte le utility spagnole o con una forte presenza in Spagna.

Il raffreddamento dei prezzi del greggio smorza i guadagni del settore energetico. SAIPEM mantiene comunque un rialzo dell'1%, Eni passa in negativo con -0,5%. Resta brillante Saras(+4,8%) grazie all'ottimismo sull'andamento dei margini di raffinazione. Bene anche Maire Tecnimont(+1,7%) in vista dei risultati a inizio novembre. Oggi Equita conferma "hold" in attesa di un miglioramento di Ebitda e debito nel trimestre.

Prevale la lettera sui bancari con Intesa Sanpaolo -1,4% dopo il rialzo delle vigilia. Anche UNICREDIT cede lo 0,9% e MPS lo 0,7%, mentre Banco Bpm segna +0,6%. Secondo Equita, l'ipotesi di una rottura delle trattative tra Unicredit e Mps avrebbe un impatto negativo su Unicredit nel breve termine, mentre aumenterebbe l'appeal speculativo sul Banco.

In netto calo il risparmio gestito con Mediolanum -1,7%.

Bene Exor, Ferrari, in calo TOD'S tra gruppi del lusso leggermente positivi. Sale di oltre 2% OVS che ha detto di guardare a diverse aziende per possibili acquisizioni e di puntare a rinegoziare con le banche i termini di una parte dell'indebitamento.

Rinnova i massimi storici Wiit(+2%) a 29,68 euro dopo l'accordo per l'acquisto delle attività oggi condotte da JBM Technology Deutschland GmbH con il brand commerciale noto come "Release42". L'operazione ha un valore di circa 71 milioni di euro. Per Equita, si tratta di un'acquisizione perfettamente coerente con gli obiettivi strategici del management.

In asta la matricola dell'Aim Destination Italia con un prezzo teorico di +50%.

(Claudia Cristoferi, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli