Italia markets open in 53 minutes
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.156,17
    +207,44 (+0,72%)
     
  • EUR/USD

    1,2105
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    32.600,62
    +3.466,97 (+11,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    983,71
    +41,90 (+4,45%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     

Borsa Milano in lieve rialzo, Ftse a un passo da massimi 2008, corre Interpump, bene oil

·2 minuto per la lettura
L'entrata principale della Borsa di Milano

MILANO, 2 giugno (Reuters) - Piazza Affari si muove con gli indici in lieve rialzo, nel giorno della festa della Repubblica, con l'indice Ftse Mib a un passo dai massimi di fine ottobre 2008 intorno ai 25.500 punti.

A livello generale le borse europee sono sempre vicine ai massimi storici, così come quelle asiatiche, nella settimana in cui i mercati guardano al dato sugli occupati Usa di venerdì e in vista di riunioni importanti delle banche centrali in Europa e Stati Uniti per capire qual è la prospettiva dei tassi di interesse.

Sul fronte delle materie prime, prosegue la corsa del greggio che si muove sopra i 71 dollari al barile, ai massimi da due anni e nonostante la decisione dell'Opec+ di aumentare la produzione a luglio.

Stabile il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato italiani e tedeschi sul tratto a dieci anni intorno ai 103 punti base.

"Oggi seduta festiva con le banche chiuse e quindi i volumi sono attesi contenuti", sottolinea un trader.

Tra i titoli in evidenza:

La corsa dei prezzi del petrolio sostiene il comparto oil anche oggi. Tonica Saipem in rialzo dello 0,3% dopo lo strappo di ieri, cedente Tenaris, mentre risale Eni (+1,2%). Ben raccolta anche Maire Tecnimont in rialzo di oltre il 2%.

Molto forte Interpump che balza di oltre il 7% dopo l'acquisizione annunciata ieri sera dal gruppo Danfoss della business unit White Drive Motors & Steering. "Il mercato sta apprezzando questo deal. Si tratta della più grande acquisizione nella storia della società", osserva un trader che sottolinea, tuttavia, che il titolo si muove su ripetuti massimi storici. "A questi prezzi è molto tirato", aggiunge. Il broker Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo a 48 euro da 43 euro precedente.

Molto tonica anche Piaggio (+2,5%) con un trader che cita i dati molto positivi delle immatricolazioni europee delle due ruote a maggio.

Fra le banche torna il denaro, con le big Intesa Sanpaolo e Unicredit che si muovono in rialzo dell'1,4% la prima e piatta la seconda. Passa in positivo anche Pop Sondrio (+0,4%). Bene anche Cattolica in crescita dello 0,86% a 7,06 euro, sopra il prezzo d'Opa di Generali a 6,75 euro.

Giù Atlantia (-2%) con il venire meno dell'interesse sul titolo dopo l'ok dell'assemblea alla cessione di Aspi.

Si muove Astaldi che balza del 7,2%.

Fra i minori strappa Eprice, sospesa per eccesso di rialzo, con una crescita del 18,9% sulla notizia che la società ha concesso un periodo di esclusiva iniziale sino al 30 giugno a "un primario operatore italiano del settore della grande distribuzione" che ha presentato una manifestazione d'interesse non vincolante per la controllata ePrice Operations.

Sul fronte dei ribassi, storna As Roma che arretra del 2% dopo la recente corsa.

(Giancarlo Navach, in redazione Stefano Bernabei)