Italia markets close in 4 hours 53 minutes
  • FTSE MIB

    20.834,24
    -127,14 (-0,61%)
     
  • Dow Jones

    29.134,99
    -125,82 (-0,43%)
     
  • Nasdaq

    10.829,50
    +26,58 (+0,25%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • Petrolio

    78,89
    +0,39 (+0,50%)
     
  • BTC-EUR

    19.779,54
    -1.531,37 (-7,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    432,49
    -26,65 (-5,80%)
     
  • Oro

    1.636,00
    -0,20 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    0,9581
    -0,0017 (-0,17%)
     
  • S&P 500

    3.647,29
    -7,75 (-0,21%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.315,76
    -12,89 (-0,39%)
     
  • EUR/GBP

    0,8961
    +0,0022 (+0,25%)
     
  • EUR/CHF

    0,9470
    -0,0045 (-0,47%)
     
  • EUR/CAD

    1,3175
    +0,0005 (+0,04%)
     

Borsa Milano, oggi rimbalzo per Piazza Affari: vola Exor

(Adnkronos) - Giornata di rimbalzo per Piazza Affari, dopo i risultati negativi delle ultime cinque sedute, sulla scia dei guadagni di Wall Street. Ad agosto l'economia statunitense ha registrato un aumento di 315mila nuovi posti di lavoro, contro i 300mila attesi. Gli investitori, paradossalmente, giudicano positivamente anche il lieve aumento della disoccupazione negli Usa, che lascerebbe sperare in un mercato del lavoro meno strozzato e con più offerta.

Il Ftse Mib, così, guadagna il 2,91% e chiude in netto rialzo a 21.921,26 punti. Cala anche lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che torna a muoversi sui 230 punti base. Scende, quindi, pure il rendimento del titolo decennale, ora attorno al 3,8%.

Sul listino principale di Piazza Affari brilla Exor, che segna un guadagno dello 6,29%. Bene anche i titoli bancari e gli industriali. Quest’ultimi segnano risultati incoraggianti: Iveco sale del 4,14%, Pirelli del 3,11%, Cnh Industrial del 4,64%, Stm del 3,84% e Stellantis del 2,62%. Quanto agli istituti di credito, Banco Bpm avanza del 5,20%, Fineco del 4,45%, Banca Mediolanum del 4,75%, Banca Generali del 4,06%, Unicredit del 3,15% e Intesa Sanpaolo del 2,62%.

Recuperano terreno anche Eni (+3,07%), Enel (+2,41%) e Inwit (+1,83%). Per quanto riguarda quest’ultima gli analisti di Credit Suisse si aspettano un ulteriore miglioramento della guidance del gruppo al 2023 da parte del management per la natura di "inflation winner" del business messo in campo.

In coda al listino, invece, Atlantia (vicina alla parità, con un rialzo del 0,13%) e Leonardo, unico titolo in lievissimo calo (-0,02%). (in collaborazione con Money.it).