Italia markets close in 7 hours 54 minutes
  • FTSE MIB

    24.701,03
    +9,57 (+0,04%)
     
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.100,38
    -584,99 (-1,97%)
     
  • Petrolio

    63,90
    +0,52 (+0,82%)
     
  • BTC-EUR

    44.530,24
    -2.913,48 (-6,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.207,72
    -91,24 (-7,02%)
     
  • Oro

    1.769,30
    -1,30 (-0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2074
    +0,0033 (+0,28%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     
  • HANG SENG

    29.119,19
    +13,04 (+0,04%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.016,80
    -3,11 (-0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8622
    +0,0017 (+0,20%)
     
  • EUR/CHF

    1,1030
    +0,0021 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,5066
    -0,0015 (-0,10%)
     

Borsa Milano, ottava parte con segno più: Terna e Leonardo le migliori, Stellantis arranca

Daniela La Cava
·1 minuto per la lettura

La Borsa di Milano inizia la settimana in rialzo dopo i guadagni delle recenti sedute. Nei primi minuti di scambi prevale il segno più a Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib che guadagna oltre un punto percentuale a quota 24.390 punti. Tra i migliori del listino milanese spiccano Terna e Leonardo che avanzano di oltre il 2 per cento. Nelle retrovie c'è invece Stellantis che indietreggia di circa il 2 per cento. Nel comparto dell'auto tedesco in evidenza i rumors del quotidiano Handelsblatt, secondo il quale la casa automobilistica tedesca Volkswagen prevede di tagliare fino a 5.000 posti di lavoro in Germania attraverso misure di prepensionamento o pensionamento parziale per i lavoratori più anziani, una mossa che potrebbe costare 500 milioni di euro. Allargando lo sguarda allo scenario internazionale permane tuttavia una certa cautela sui mercati con gli investitori che mostrano una certa cautela e si muovono contrastati tra le speranze per la ripresa economica mondiale, dopo gli incoraggianti dati giunti dalla Cina, e i timori sull'inflazione, con la rimonta dei rendimenti obbligazionari. Market mover cruciale di questa settimana, per l'intero azionario globale, sarà il meeting del Fomc, il braccio di politica monetaria della Federal Reserve, che si riunirà nei giorni di martedì 16 e mercoledì 17, per poi comunicare la decisione sui tassi mercoledì. Alcuni analisti prevedono che il presidente della Fed Jerome Powell & Co rivedranno al rialzo l'outlook sul Pil Usa a seguito del bazooka fiscale da $1,9 trilioni firmato dal presidente americano Joe Biden, la scorsa settimana.