Italia markets open in 58 minutes

Borsa Milano parte in netto calo, ma sopra minimi, pesa ribasso Wall Street su coronavirus

Una donna con una maschera protettiva davanti alla Borsa di Milano

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Piazza Affari è partita in netto calo - anche se dopo i primi scambi gli indici stanno risalendo dai minimi - in linea con l'andamento fortemente negativo degli altri mercati europei. Nella notte a Wall Street il Dow Jones ha ceduto il 4,4%. Gli investitori temono che il coronavirus possa diventare una pandemia e porti verso una recessione globale.

"La partenza è fortmente negativa. I book sono vuoti e pochi gli investitori istituzionali. C'è poco da fare oggi, si guarda all'andamento degli altri mercati e si vende, poi è anche venerdì e si tende a chiudere le posizioni", osserva un trader.

Si allarga ancora lo spread del rendimento fra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi che si è portato a ridosso dei 177 punti base.

Bancari in netto calo. Fra le peggiori ancora Azimut (-3,7%), Unicredit (-3,1%), Banco BPM (-2,1%).

STM cede il 4,2%, che si aggiunge al calo del 6,9% di ieri, penalizzata dall'annuncio di Microsoft che si aspetta per la divisione "windows" di non centrare le stime di ricavi del terzo trimestre a causa dell'impatto del coronavirus.

Eni cede il 2,6%, migliorando rispetto ai minimi di avvio dopo l'annuncio del piano e dei risultati del quartro trimestre sotto il consensus.

Giù anche i comparti dell'industria, come CNH Industrial (-1,6%) e FCA (-1,5%). Nel lusso Tod's scende dell'1,9%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia


(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Pia Quaglia)