Italia markets close in 3 hours 26 minutes
  • FTSE MIB

    17.887,74
    +15,46 (+0,09%)
     
  • Dow Jones

    26.659,11
    +139,16 (+0,52%)
     
  • Nasdaq

    11.185,59
    +180,72 (+1,64%)
     
  • Nikkei 225

    22.977,13
    -354,81 (-1,52%)
     
  • Petrolio

    36,12
    -0,05 (-0,14%)
     
  • BTC-EUR

    11.397,66
    +9,79 (+0,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,06
    +18,38 (+7,57%)
     
  • Oro

    1.886,20
    +18,20 (+0,97%)
     
  • EUR/USD

    1,1700
    +0,0022 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    3.310,11
    +39,08 (+1,19%)
     
  • HANG SENG

    24.107,42
    -479,18 (-1,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    2.956,60
    -3,43 (-0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,9020
    -0,0012 (-0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0695
    +0,0009 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5555
    +0,0005 (+0,03%)
     

Borsa Milano parte positiva, corrono Stm e Snam, strappa Ovs, realizzi su Diasorin

·2 minuti per la lettura
La sede della Borsa di Milano
La sede della Borsa di Milano

MILANO, 23 settembre (Reuters) - - Avvio decisamente posiivo a Piazza Affari che segue la buona intonazione di ieri, confermata poi dall'andamento degli indici Usa. Gli investitori attendono anche i dati sul Pmi da Germania e Francia e dalla zona euro per una maggiore direzionalità.

Sullo sfondo restano comunque le tensioni Usa-Cina, la decisione della Gran Bretagna di nuove restrizioni per tentare di ridurre gli impatti della seconda ondata di infezioni da coronavirus e le attese per le elezioni Usa.

Stabile il differenziale del rendimento fra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi intorno a 130 punti base, mentre sul fronte delle materie prime il Brent scende e si porta poco sopra 41 dollari al barile.

Deboli le banche dopo il balzo di ieri sulle attese di M&A. Resta il denaro su Banca Mps <BMPS.MI> che balza dell'1,1%, mentre Unicredit <CRDI.MI> cede lo 0,5% dopo le indiscrezioni secondo cui il Tesoro avrebbe nuovamente sollecitato la banca a valutare l'acquisizione dell'istituto senese. Sul resto del comparto Intesa Sanpaolo <ISP.MI> perde lo 0,2%, Bper <EMII.MI> lo 0,3%.

Sempre sugli scudi Nexi <NEXII.MI> in crescita anche oggi del 2,3%

Nel settore delle utility, denaro su Snam <SRG.MI> che balza del 2,7% dopo che Goldman Sachs ha alzato la raccomandazione a "Buy" da "Sell" e fissato un prezzo obiettivo a 5 euro.

Fra gli industriali rimbalza Leonardo <LDOF.MI> (+1,3%). Il titolo viene da tre sedute negative consecutive in cui ha perso oltre il 12%.

Realizzi su Diasorin <DIAS.MI> (-1%) dopo i recenti rialzi.

Strappa OVS <OVS.MI> in crescita di oltre il 10%. Il primo semestre si è chiuso con vendite nette in calo del 42% su anno, a 375 milioni, per effetto del lockdown, a dispetto di un aumento dell'80% delle vendite dei siti web Ovs e Upim. Secondo il broker Equita si tratta di "risultati in linea. Buono il trend del debito netto e ci sono segnali positivi da agosto ma ancora visione limitata sull'inizio della stagione autunno/inverno".

Corre anche Trevi Finanziaria <TFE.MI> a seguito del ritorno all'utile per 251,5 milioni nel primo semestre da una perdita di 25,7 milioni un anno prima. Il titolo è in asta di volatilità con un balzo del 6,2%.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)