Italia Markets open in 2 hrs 47 mins

Borsa Milano chiude in calo per dollaro forte, conti Deutsche Bank

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude debole con le altre piazze finanziarie europee, appesantita dalla forza del dollaro che penalizza i titoli esposti agli Stati Uniti e i petroliferi e dal terzo rosso consecutivo nei conti Deutsche Bank.

Il dato sui nuovi occupati di gennaio negli Usa (200 mila contro i 180 mila attesi) ha spinto al rialzo nel pomeriggio il biglietto verde con l'indice salito fino a un massimo di 89,425 e che ora è in rialzo dello 0,61%.

Stamane Deutsche Bank ha annunciato la terza perdita annuale consecutiva spiegata con le difficoltà dei mercati, il calo dei ricavi dell'investment banking e l'impatto della riforma fiscale negli Usa.

** L'indice FTSE Mib ha chiuso in calo dell'1,44%, l'Allshare dell'1,48%. In linea Francoforte (-1,68%) e Parigi (-1,64%), di poco migliore Londra (-0,63%). Volumi per un controvalore poco sopra i 3 miliardi di euro.

** A causa del dollaro forte soffrono i titoli esposti agli Stati Uniti come STM (-2,99%), LUXOTTICA LUX.MI> (-2,10%) e BUZZI UNICEM (-2,33%) e i petroliferi sulla scia del calo del greggio: SAIPEM (-2,04%), TENARIS (-3,17%) ed ENI (-1,66%).

** Reazione mista dei bancari ai conti di Deutsche Bank: in calo le big UNICREDIT (-1,13%) e INTESA SANPAOLO (-0,73%) e tra le più piccole CREVAL (-2,39%) e BANCA CARIGE (-1,16%), mentre BANCO BPM e BPER BANCA sono piatte.

** MEDIOBANCA chiude in rialzo dello 0,59% beneficiando della notizia dell'ok della Bce all'utilizzo dei modelli interni di risk management per la misurazione del rischio di credito nel segmento corporate, cosa che equivale a un incremento di 140 punti base sul Cet1.

** BIOERA balza del 18,6% portando il rialzo da inizio settimana al 31% dopo che la commissione tributaria dell'Emilia Romagna ha accolto l'appello della società contro l'esito di un accertamento Ires sul 2005 per complessivi 3,62 milioni.


Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia