Italia markets close in 4 hours 52 minutes
  • FTSE MIB

    24.335,07
    -467,83 (-1,89%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,36
    -0,56 (-0,86%)
     
  • BTC-EUR

    46.004,37
    -2.098,48 (-4,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.494,49
    -66,81 (-4,28%)
     
  • Oro

    1.841,30
    +3,70 (+0,20%)
     
  • EUR/USD

    1,2160
    +0,0025 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.940,25
    -94,00 (-2,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8600
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0972
    +0,0038 (+0,35%)
     
  • EUR/CAD

    1,4719
    +0,0035 (+0,24%)
     

Borsa: Milano piatta, Moncler sotto i riflettori

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

La seduta della Borsa di Milano si è chiusa in parità in attesa del verdetto dell’agenzia S&P sul merito di credito del nostro Paese. Nell’ultimo giorno del collocamento del Btp Futura lo spread tra i decennali italiani e quelli tedeschi ha fatto segnare un incremento del 2,7% a 104 punti base.

Il titolo con scadenza 2037 dedicato ai piccoli risparmiatori ha raccolto complessivamente 5,477 miliardi di euro. Il dato è inferiore sia rispetto ai 5,7 miliardi della seconda edizione e sia nel confronto con i 6,1 miliardi della prima ma va tenuto presente che nei due casi citati la scadenza dei titoli era rispettivamente di 8 e 10 anni.

Il Ftse Mib ha chiuso l’ultima giornata dell’ottava a 24.386,09 punti, -0,05% sul dato precedente. La performance peggiore sul listino delle blue chip è stata registrata da Moncler, in rosso del 4,04%. La società ha annunciato di aver chiuso il primo trimestre 2021 con ricavi a 365,5 milioni di euro, +18% rispetto a un anno prima.

Nel comparto dei titoli legati al made in Italy, le azioni Tod’s sono salite dell’11,39% dopo la notizia che i francesi di LVMH hanno acquistato il 6,8% del capitale salendo al 10%. “L’amicizia con Diego Della Valle e la sua famiglia risale ad oltre 20 anni fa. E’ un legame forte, cementato da valori umani e professionali comuni. Siamo molto contenti di rafforzare ancora di più questa partnership”, ha commentato Bernard Arnault.

Il timore che anche l’edizione 2021 del Salone del Mobile venga cancellata ha fatto perdere alle azioni Fiera Milano il 10,07%.

Tornando al paniere delle blue chip, chiusura poco mossa per Hera ed Enel (-0,3 e +0,19%) e due velocità per Intesa Sanpaolo e UniCredit (-0,22 e +0,34 per cento). La palma di top performer va a Poste Italiane (+2,26%). (in collaborazione con money.it)