Italia markets open in 2 hours 22 minutes
  • Dow Jones

    34.086,04
    +368,95 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    11.584,55
    +190,74 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.351,99
    +24,88 (+0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0872
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    21.308,11
    +116,99 (+0,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,33
    +5,54 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    21.899,16
    +56,83 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.076,60
    +58,83 (+1,46%)
     

Borsa Milano piatta, pochi spunti con WS chiusa, bene Saipem, Eni, giù Juve

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Indici pochi mossi a Piazza Affari nella prima seduta della settimana che si apre senza il faro di Wall Street chiusa per la festività di Martin Luther King Day.

Globalmente positive anche le borse asiatiche con il petrolio che ritraccia leggermente restando sempre vicino ai massimi dell'anno.

Un trader segnala che l'intonazione delle borse è positiva, anche se la chiusura di Wall Street inevitabilmente porterà a un ridimensionamento dei volumi scambiati in borsa e a una maggiore volatilità.

Intorno alle 9,50 l'indice Ftse Mib guadagna lo 0,15%.

Tra i titoli in evidenza:

In luce il settore oil in scia della prezzo del Brent. Ben raccolta Saipem che cresce del 3,3%. Bene anche ENI a +0,7%. Un trader cita sia la nuova scoperta di gas nell'offshore egiziano resa nota ieri, sia il collocamento del bond sostenibile agli investitori retail che crea interesse sulla società.

In luce anche le banche anche se con movimenti volatili. Mps, partita forte, ha poi ceduto e arretra del 2,5% su realizzi alla luce della recente corsa del titolo in borsa. Rialzi intorno allo 0,5% per Bper e Banco Bpm. Le due big Intesa SP e Unicredit salgono rispettivamente dello 0,2% e dello 0,9%.

Cedente la Juve che arretra dello 0,4% circa dopo la sconfitta 5 a 1 contro il Napoli in una partita chiave nella corsa allo scudetto. Un trader sottolinea che il titolo paga dazio alla sconfitta, anche se il campionato di seria A è ancora lungo. Giù anche Lazio (-1,45%) che però ha vinto ieri contro il Sassuolo.

Iveco cede lo 0,7% a 6,98 euro, in linea con il prezzo obiettivo di 7 euro dato da Morgan Stanley che ha avviato la copertura sul titolo con rating 'equal weight'.

(Giancarlo Navach, editing Claudia Cristoferi)