Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.950,74
    -149,88 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    33.926,01
    -127,93 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    12.006,96
    -193,86 (-1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.509,46
    +107,41 (+0,39%)
     
  • Petrolio

    73,23
    -2,65 (-3,49%)
     
  • BTC-EUR

    21.587,60
    -215,72 (-0,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    535,42
    -1,43 (-0,27%)
     
  • Oro

    1.877,70
    -53,10 (-2,75%)
     
  • EUR/USD

    1,0798
    -0,0113 (-1,04%)
     
  • S&P 500

    4.136,48
    -43,28 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    21.660,47
    -297,89 (-1,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.257,98
    +16,86 (+0,40%)
     
  • EUR/GBP

    0,8954
    +0,0038 (+0,43%)
     
  • EUR/CHF

    0,9993
    +0,0030 (+0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,4467
    -0,0055 (-0,38%)
     

Borsa Milano poco mossa, mercato cauto su ripresa rally, bene energia, banche fiacche

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Dopo una partenza in leggero rialzo, Piazza Affari si riporta sulla parità in un mercato che rimane cauto con lievi prese di profitto dopo il rally di inizio anno.

Gli investitori attendono i dati sull'inflazione Usa di domani, che potrebbero fornire indicazioni sulle mosse future della Fed.

Atteso con un certo timore dagli investitori, l'intervento di ieri del presidente Jerome Powell senza commenti di politica monetaria è stato accolto con un certo sollievo dagli investitori, spingendo Wall Street al rialzo e favorendo il tono positivo sui mercati asiatici stamani.

Sul fronte europeo, lo scetticismo sul potenziale rallentamento della stretta monetaria da parte della Bce sta frenando le borse.

I timori di recessione e rischi al ribasso sulle stime di utili aziendali rimangono ancora il principale ostacolo alla ripresa del mercato, sottolinea un trader che, tuttavia, vede gli indici muoversi all'interno di uno scenario "ancora costruttivo" dopo il rally della prime sedute del nuovo anno.

Intorno alle 10,20 il FTSE Mib è in frazionale rialzo dello 0,06%.

Tra i titoli in evidenza:

Progressi nell'Oil& Gas e utilities con A2A e HERA in testa al FTSE Mib con rialzi intorno al 2%. ENI sale dell'1% e SNAM di un più modesto +0,3% dopo il perfezionamento della partnership sui gasdotti che collegano l'Algeria all'Italia.

TENARIS avanza dell'1,4%, mentre al contrario SAIPEM scivola del 3,8% ed entra in asta di volatilità.

Fiacchi i bancari, mentre qualche flusso di acquisto si dirige verso l'automotive.

Diversi spunti arrivano oggi dalle revisioni delle stime e raccomandazioni da parte delle case d'affari. BRUNELLO CUCINELLI è in calo del 2,3% dopo che Exane Bnp Paribas ha tagliato la raccomandazione a 'Underperform' da 'Neutral'. Il titolo del lusso prosegue lo storno, avviato ieri dopo aver toccato i massimi storici.

BUZZI UNICEM perde l'1,5% in scia al downgrade di Berenberg a 'Hold', alimentando le prese di profitto sul titolo dopo i massimi da fine febbraio toccati a inizio settimana.

Anche STM è in calo, (-0,8%) dopo che Goldman Sachs ha tagliato la raccomandazione a 'Sell' da 'Neutral'.

(Andrea Mandalà, editing Stefano Bernabei)