Italia markets close in 2 hours 25 minutes
  • FTSE MIB

    22.171,40
    +164,00 (+0,75%)
     
  • Dow Jones

    29.969,52
    +85,73 (+0,29%)
     
  • Nasdaq

    12.377,18
    +27,82 (+0,23%)
     
  • Nikkei 225

    26.751,24
    -58,13 (-0,22%)
     
  • Petrolio

    46,03
    +0,39 (+0,85%)
     
  • BTC-EUR

    15.651,89
    -204,24 (-1,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    372,76
    -1,65 (-0,44%)
     
  • Oro

    1.840,80
    -0,30 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    1,2151
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.666,72
    -2,29 (-0,06%)
     
  • HANG SENG

    26.835,92
    +107,42 (+0,40%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.525,84
    +8,74 (+0,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,9002
    -0,0023 (-0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0815
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,5590
    -0,0027 (-0,17%)
     

Borsa Milano positiva in avvio, bene banche, Cnh, interesse su As Roma e Lazio

·2 minuto per la lettura
L'ingresso principale della Borsa di Milano
L'ingresso principale della Borsa di Milano

MILANO, 18 novembre (Reuters) - Indici partiti deboli, ma rapidamente passati in positivo in un mercato che non accenna a mollare le posizioni.

"C'è abbondante liquidità in giro e questa va verso l'azionario. Mancano i flussi in vendita", osserva un trader.

Da inizio mese l'indice Ftse Mib è in rialzo del 20% circa.

A minare un po' il clima di ottimismo, dopo i due annunci sui vaccini anti Covid, i timori legati all'andamento delle economie globali. Ieri i dati sulle vendite al dettaglio negli Usa hanno evidenziato quanto sia ancora fragile lo stato della ripresa economica nel Paese americano.

I futures sugli indici Usa indicano al momento un avvio debole a Wall Street che viene comunque da una seduta con gli indici sui massimi.

Stabile il prezzo del petrolio con il Brent che si muove intorno ai 44 dollari al barile.

Tra i titoli in evidenza:

Bancari positivi, con le big Intesa Sanpaolo e Unicredit che si muovono rispettivamente in rialzo dell'1,3% e dello 0,4%. Recupera anche BPER (+0,3%) partita male.

Fra gli industriali debole Fca (-0,7%) dopo i dati sulle immatricolazioni in Europa a ottobre in calo del 7,1% su anno, dopo aver registrato il primo segno positivo del 2020 a settembre, mentre per il gruppo Fca le immatricolazioni hanno segnato nel mese un incremento del 3,2%. In rialzo il titolo Cnh Industrial (+2,77%) sull'annuncio che Scott W. Wine lascerà Polaris per diventare il nuovo AD del gruppo, a partire dal 4 gennaio 2021. Secondo il broker Fidentiis, si tratta di una notizia positiva "alla luce della considerevole esperienza internazionale di Wine maturata in diverse industrie, insieme a una vasta competenza nell'M&A in Usa, Europa e Asia".

Brembo sale (+0,6%) dopo l'acquisizione del 100% del capitale di SBS Friction, azienda danese che sviluppa e produce pastiglie per freni in materiali sinterizzati e organici per motociclette. Equita rileva che "il deal è piccolo, ma rientra nella strategia per evolvere nel medio termine verso il modello di solution provider".

Generali poco mossa (+0,7%) dopo l'annuncio dell'aggiornamento del piano industriale al 2021 che prevede il pieno impegno al rispetto dei target fissati e la conferma della strategia. Nel daily Equita spiega come "la conferma dei target di piano sia comunque una notizia positiva per il titolo che conferma sia la resilienza agli effetti della pandemia che a un contesto di tassi sempre più sfidante".

Raccolta Autogrill in salita di oltre il 2% sempre sulle attese di un graduale ritorno alla normalità post Covid.

Denaro sul settore del calcio, con As Roma in rialzo dell'8%, Lazio del 4%, più indietro la Juventus a +1,5%. Un trader osserva che "il mercato punta sulle squadre romane in attesa della riprea del campionato dopo la pausa per la Nazionale".

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)