Italia markets close in 2 hours 8 minutes
  • FTSE MIB

    23.950,56
    -138,09 (-0,57%)
     
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    60,91
    -1,76 (-2,81%)
     
  • BTC-EUR

    46.209,48
    -681,55 (-1,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.274,10
    +39,68 (+3,21%)
     
  • Oro

    1.785,10
    +6,70 (+0,38%)
     
  • EUR/USD

    1,2011
    -0,0030 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.954,80
    +14,34 (+0,36%)
     
  • EUR/GBP

    0,8640
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,1024
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,5167
    -0,0003 (-0,02%)
     

Borsa Milano positiva in avvio, forti Banco Bpm e Bper, Leonardo

·1 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Avvio positivo per Piazza Affari e per le altre borse europee, in scia alla buona intonazione dei mercati asiatici e Usa in vista dell'incontro della Fed oggi e domani, da cui ci si attende la conferma di una politica accomodante.

Non sembra dunque avere grande impatto lo stop precauzionale alla somministrazione di vaccini Astrazeneca in molti paesi europei, Italia inclusa.

Lo spread fra il rendimento dei titoli di Stato decennali italiani e tedeschi è sostanzialmente stabile intorno ai 95 punti base.

Tra i titoli in evidenza:

Leonardo (+2,3%) prosegue la corsa di ieri innescata dall'annuncio del range di prezzo per l'Ipo della controllata Drs a New York.

Bene le banche, ieri più trascurate, con Bper e Banco Bpm in cima al listino. Banco sale del 4,6%, Bper di quasi 3%. Toniche anche le big Unicredit e Intesa Sanpaolo.

Acquisti su Salvatore Ferragamo che beneficia del nuovo target price a 18 euro da 15,5 assegnato da Citi.

Vivace Geox (+3%) dopo i conti annuali annunciati ieri.

In scia ai risultati e alle previsioni di crescita per il 2021 corre anche El.En che guadagna il 10%.

In calo le utility dopo la buona performance di ieri, con Terna in calo di oltre 1%. Poco mosse Eni, Atlantia.

(Giancarlo Navach, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)