Italia Markets closed

Borsa Milano chiude in buon rialzo, bene Tim e Generali, debole Atlantia

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si rafforza nel pomeriggio sulla scia del buon andamento di Wall Street e archivia la seduta in deciso rialzo.

Qualche spunto arriva dai risultati societari, come nel caso di Generali, mentre le mosse del fondo Elliott continuano ad alimentare la speculazione su Telecom Italia.

Rientrano invece i timori legati all'incertezza post voto, che ieri avevano appesantito il listino italiano, e grazie anche al sostegno delle banche Milano amplifica l'intonazione positiva che delle altre borse europee.

** L'indice FTSE Mib chiude in rialzo dell'1,16%, l'AllShare dell'1,14% e lo Star sale dello 0,95%. Volumi nel finale intorno a 2,9 miliardi di euro.

** Il benchmark europeo Stoxx 600 avanza dello 0,6% e a Wall Street gli indici sono positivi, con il Dow in progresso di quasi un punto percentuale.

** TELECOM ITALIA balza del 2,8% con volumi sopra la media a 30 giorni, in un mercato che specula su un possibile scontro per il controllo con rastrellamento di azioni. Al momento resta da confermare l'effettiva partecipazione detenuta da Elliott, che oggi ha formalizzato la richiesta di revoca di alcuni consiglieri.

** Tonica anche GENERALI che festeggia con un +2,5% e scambi doppi rispetto alla media i risultati del 2017, chiuso con utile operativo record, e la conferma degli obiettivi 2018, ultimo anno del piano industriale in corso.

** Debole anche oggi ATLANTIA che cede il 2,3% all'indomani dell'ufficializzazione dell'accordo con Acs e Hochtief su Abertis. Alcuni broker esprimono cautela soprattutto alla luce dell'investimento diretto di Atlantia in Hochtief, che rende più complessa l'operazione.

** LEONARDO in rialzo del 2,4% circa dopo i risultati e il contratto in Qatar da oltre 3 miliardi.

** Tra i titoli migliori anche CNH che guadagna quasi il 3%. A Wall Street i titoli industriali -- recentemente sotto pressione dopo i dazi annunciati da Trump -- recuperano terreno grazie alle rassicurazioni della Casa Bianca che ha minimizzato le possibilità di una guerra commerciale.

** Complessivamente ben intonate le banche dopo che la Bce ha pubblicato l'addendum alle linee guida sulla gestione dei crediti deteriorati -- considerato tutto sommato in linea con le aspettative -- che si applicherà ai nuovi Npl a partire dal primo aprile e avrà impatto sui requisiti Srep del 2021. Un broker ritiene che da qui al 20121 gli istituti italiani avranno in gran parte chiuso il gap con la media europea. L'indice di settore di Piazza Affari sale dell'1,4% a fronte di +0,6% del comparto europeo.

** CREDITO VALTELLINESE chiude in rialzo del 4,2%. Questa mattina si è conclusa in anticipo l'offerta in borsa dei diritti di opzione non esercitati.

** Tra i minori balzo a due cifre per AEDES che ieri ha pubblicato i risultati del 2017.



Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia