Italia markets close in 3 hours 3 minutes
  • FTSE MIB

    26.936,22
    +120,43 (+0,45%)
     
  • Dow Jones

    35.741,15
    +64,13 (+0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.226,71
    +136,51 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    29.106,01
    +505,60 (+1,77%)
     
  • Petrolio

    84,09
    +0,33 (+0,39%)
     
  • BTC-EUR

    53.814,37
    -773,81 (-1,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.504,05
    +1.261,37 (+519,77%)
     
  • Oro

    1.805,30
    -1,50 (-0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,1616
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    4.566,48
    +21,58 (+0,47%)
     
  • HANG SENG

    26.038,27
    -93,76 (-0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.222,27
    +33,96 (+0,81%)
     
  • EUR/GBP

    0,8419
    -0,0013 (-0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,0686
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4358
    -0,0010 (-0,07%)
     

Borsa Milano positiva con banche e oil, balzo Leonardo, auto cedente, crolla La Doria

·2 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Inizio di settimana con impronta positiva a Piazza Affari, in linea con le altre borse europee, sostenuta in particolare da bancari ed energetici.

Le elezioni tedesche, con la vittoria di misura dei socialdemocratici e la probabile formazione di un governo con Verdi e liberali, hanno scongiurato scenari meno graditi al mercato, contribuendo a sostenere l'umore degli investitori.

A Wall Street andamento a due velocità con il Dow Jones in deciso rialzo, mentre il Nasdaq arretra dell'1% penalizzato dallo "switch" da parte degli investitori dai tecnologici ai titoli più legati alla crescita economica.

Intorno alle 16,35 l'indice FTSE Mib sale dello 0,51%. Volumi intorno a 1,8 miliardi di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Molto forti le banche come in Europa, con Unicredit a +2,7% e Intesa Sanpaolo a +2%. Sale di circa il 2% anche Banco Bpm, mentre un primario broker italiano rilancia l'ipotesi di un interesse per l'istituto da parte di UniCredit, dopo che avrà rilevato Mps (+1,1%). Prosegue, invece, la lettera su Carige che flette del 4,6% a 0,71 euro ben sotto il livello di rientro in Borsa a fine luglio dopo un lungo stop.

In rialzo del 3,6% Leonardo. La joint venture Thales Alenia Space è stata incaricata dall'Agenzia spaziale europea di costruire un prototipo di stazione di terra di prossima generazione per il sistema europeo di navigazione satellitare Egnos.

Tonico tutto il settore oil&gas in Italia come in Europa, sostenuto dall'ennesimo rialzo del greggio con il Brent che si è portato intorno agli 80 dollari al barile. Eni avanza del 2,45%, meglio Tenaris (+3,4%), più indietro Saipem (+1,7%).

Più cauto il settore auto, con Stellantis in salita dello 0,5% e Cnh cedente. Goldman Sachs ha tagliato le stime di produzione del settore per quest'anno a causa della strutturale carenza di chip e delle conseguenti chiusure di impianti, ma ha sottolineato che "la debolezza del 2021 crea opportunità per il 2022".

Bene Generali (+1,2%) in vista del Cda di questo pomeriggio, che dovrà affrontare la questione delle procedure di rinnovo del board in un contesto di forte spaccatura tra consiglieri e soci in merito alla conferma dell'AD Philippe Donnet.

Realizzi su Amplifon (-3,2%), Diasorin (-3,5%).

Affonda La Doria (-12,2%), che dopo il recente rally speculativo si porta intorno ai 17 euro dopo la conferma di trattative in corso con Investindustrial che potrebbero portare alla cessione della società - con successiva Opa obbligatoria - a 16,5 euro per azione. Gli analisti di Intesa Sanpaolo scrivono nel daily che "da una valutazione preliminare non consideriamo il prezzo indicato per l'offerta attraente".

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli