Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.365,33
    +1.036,71 (+2,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Borsa Milano positiva con Europa, spinta da lusso ed energetici

·1 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari è positiva in tarda mattinata, anche se sotto i massimi di inizio seduta, in linea con le altre borse europee.

Il rimbalzo, che segue la debolezza della scorsa settimana per nuovi timori sulla crescita economica globale, è trainato in Italia come in Europa dal settore lusso, particolarmente esposto alle vendite nei giorni scorsi.

I dati Pmi della zona euro pubblicati stamani mostrano un'attività economica ancora solida ad agosto, anche se il settore manifatturiero è un po' sotto le attese e questo, secondo un trader, ha contribuito al lieve ritracciamento degli indici.

Intorno alle 11,30 l'indice FTSEMib sale dello 0,4%. I volumi restano modesti come da tradizione in agosto.

Salgono i titoli del lusso dopo le recenti perdite dovute alle ipotesi di aumento delle imposte per le fasce di reddito più elevate in Cina e di incremento dei dazi sui beni di lusso di importazione. In Italia Ferragamo guida la pattuglia con un rialzo superiore al 4%, seguita dal +2,6% di Tod's, dal +2,5% di Cucinelli e dal +2,3% di Moncler. Rialzi decisi anche in Francia per Lvmh e Kering.

La ripresa dei prezzi del greggio spinge il settore energetico, con Saipem ed Eni in rialzo di oltre 1%, mentre SARAS avanza del 2,5%.

Bene anche i bancari, tra cui spiccano Unicredit e Banco Bpm. Poco mossa Mps.

Deboli i settori difensivi come utility e pharma.

(Claudia Cristoferi, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli