Italia Markets close in 2 hrs 35 mins

Borsa Milano positiva, corre Atlantia, vola Tiscali, vendite su Pop Sondrio

·3 minuti per la lettura
L'ingresso principale della Borsa di Milano
L'ingresso principale della Borsa di Milano

MILANO, 2 settembre (Reuters) - Piazza Affari è ben impostata per chiudere la seduta odierna in rialzo, interrompendo così la serie negativa che durava da quattro sedute.

A spingere i mercati i dati sull'indice manifatturiero Usa, zona euro e Cina e i guadagni dei titoli tecnologici con gli investitori che si attendono ulteriori politiche di stimolo da parte degli Stati Uniti per contrastare gli effetti della pandemia.

Anche Wall Street è partita forte sulla scia del balzo dell'high tech con Nasdaq e S&P 500 vicini a nuovi massimi storici. Non sembrano avere effetto, invece, i dati deboli sugli occupati privati ad agosto ben sotto le attese.

Sul fronte materie prime il greggio si muove stabile a 45 dollari al barile, mentre lo spread del rendimento fra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi si attesta intorno ai 143 punti base.

Seduta boom per ATLANTIA in crescita intorno al 14% sulle attese di un possibile imminente accordo per superare l'impasse e chiudere la partita su Aspi con la fuoriuscita della famiglia Benetton e l'ingresso di Cassa depositi e prestiti. Il mercato ragiona sulla valutazione da dare ad Autostrade per l'Italia che secondo alcune indiscrezioni sarebbe intorno agli 11 miliardi. Secondo il broker Banca Imi con questa valutazione "otteniamo un fair value di Atlantia di 18 euro per azione, pari a un potenziale upside del 30%".

Torna a salire TELECOM ITALIA (TIM) (+0,8%) dopo che due giorni fa il Cda del gruppo telefonico e quello di Cdp hanno dato luce verde preliminare al progetto per la rete unica. Secondo Banca Imi, "pur consapevoli che la strada verso la rete unica resta complessa, confermiamo la nostra view positiva sul titolo".

Continua il rally di TISCALI, sospesa, con un balzo del 42% dopo la firma di giovedì scorso del protocollo d'intesa con Tim per un coinvestimento attraverso la rete secondaria FiberCop. Nelle ultime sei sedute il titolo della società di tlc sarda è in crescita di oltre il 160%.

Banche con un passo più lento: MEDIOBANCA (-0,3%) e le big INTESA SANPAOLO e UNICREDIT cedono intorno allo 0,4%.

Pesante POPOLARE DI SONDRIO (-5,4%), penalizzata da indiscrezioni di stampa secondo cui un emendamento al DL semplificazioni prevede lo slittamento di un anno per la trasformazione in spa. Il broker Equita ritiene "che la proroga di un anno dei termini della trasformazione in spa possa ridurre l'appeal speculativo di breve termine, pur rimanendo un catalyst importante per il titolo".

Bene STM che guadagna l'1,7% insieme ai tecnologici europei dopo che Apple, secondo indiscrezioni, ha chiesto ai fornitori di realizzare almeno 75 milioni di iPhone 5G per la fine dell'anno. Il settore hightech europeo balza del 2,6%.

Acquisti su INTERPUMP (+6,6%) dopo i risultati del secondo trimestre sopra le attese. Rimbalzo anche per AUTOGRILL (+1,6%) nonostante i dati sul traffico aereo a luglio abbiano registrato un calo dell'80% su base annua.

Infine, continua la debolezza su MEDIASET (-1,3%) dopo che ieri anche un Tribunale di Amsterdam ha bloccato il progetto MFE di creare una tv paneuropea.