Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.178,80
    +171,40 (+0,78%)
     
  • Dow Jones

    30.218,26
    +248,74 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    12.464,23
    +87,05 (+0,70%)
     
  • Nikkei 225

    26.751,24
    -58,13 (-0,22%)
     
  • Petrolio

    46,09
    +0,45 (+0,99%)
     
  • BTC-EUR

    15.334,59
    -21,71 (-0,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    365,19
    -14,05 (-3,71%)
     
  • Oro

    1.842,00
    +0,90 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,2127
    -0,0022 (-0,18%)
     
  • S&P 500

    3.699,12
    +32,40 (+0,88%)
     
  • HANG SENG

    26.835,92
    +107,42 (+0,40%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.539,27
    +22,17 (+0,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,9019
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,5490
    -0,0127 (-0,81%)
     

Borsa Milano positiva dopo dati Pmi, bene Fca, Ferrari, giù Mediobanca, Autogrill

·2 minuto per la lettura
L'ingresso della sede della Borsa di Milano
L'ingresso della sede della Borsa di Milano

MILANO, 3 agosto (Reuters) - - Dopo una sbandata nella prima parte della seduta, Piazza Affari tenta la strada del rialzo cercando di invertire la china ribassista che dura da otto sedute consecutive. A incidere sui corsi i dati del Pmi manifatturiero italiano di luglio ben sopra le attese, sui record da giugno 2018, così come quello della zona euro che sale per la prima volta da inizio 2019.

Oggi parte una settimana densa di risultati trimestrali per le banche.

Sul fronte del rendimento dei titoli di Stato decennali italiani e tedeschi la forbice si allarga a 157 punti base.

Fra le banche, generalmente negative, si distingue il balzo di Ubi Banca(+2,1%) dopo il rialzo di venerdì a seguito della conclusione dell'Opas di Intesa Sanpaolo (-0,4) e in attesa del lancio dell'offerta residuale con conseguente delisting. In agenda oggi anche i risultati di Ubi.

Sul resto del comparto cedente Unicredit. Bper -- che dovrà rilevare diversi sportelli a seguito dell'operazione Intesa-Ubi -- perde il 2,9%. In deciso calo anche Mediobanca(-4,3%), sui minimi da inizio luglio, con i trader che non riescono a trovare un valido motivo per spiegare la debolezza del titolo, se non la rottura tecnica del supporto a 6,5 euro. Pesante anche MPS in flessione di oltre il 5%.

Cattolica si muove in netto calo (-2,9%), penalizzata dalla notizia di accertamenti sulle assemblee 2019-20 che coinvolge alcuni manager.

Terza seduta negativa per ENI che però recupera dai minimi (-0,8%) dopo i risultati del secondo trimestre fortemente impattati dal calo del prezzo del Brent a causa del Covid con l'annuncio del taglio del dividendo. Oggi diversi interventi da parte dei broker: Kepler Cheuvreux ha tagliato il prezzo obiettivo a 9,5 euro da 10 euro precedente; Morgan Stanley ha portato la raccomandazione a "underweight" da "equal-weight" con prezzo obiettivo a 7,2 euro da 7,7 euro. Rbc ha invece alzato il target a 8 euro da 7 euro precedente.

Pesante anche oggi Autogrill con un ribasso di oltre il 5% in scia dei risultati che, seppure migliori delle attese nonostante l'impatto del Covid, confermano la criticità dell'attuale situazione di mercato.

Non si arresta il flusso in vendita anche su Leonardo dopo la trimestrale. Oggi le azioni cedono l'1,9%. Anche in questo caso a influire sui corsi le raccomandazioni dei broker con Citigroup che ha tagliato il prezzo obiettivo a 11,2 euro da 14 euro precedente.

Ferrari positiva, sale dell'1,7% in attesa dei risultati oggi e anche grazie al terzo posto in classifica nel gran premio di Formula Uno di Silverstone in Gran Bretagna ieri.

Ben raccolta anche Fca che balza del 2,8% sulle attese dei dati sulle immatricolazioni oggi.

Fra i minori, spunti su As Roma (+1,4%) dopo il quinto posto conquistato in campionato con la squadra capitolina ancora in corsa in Europa League.