Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.755,66
    -330,38 (-0,97%)
     
  • Nasdaq

    11.581,60
    -2,95 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0908
    +0,0041 (+0,38%)
     
  • BTC-EUR

    21.173,11
    -196,36 (-0,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    522,75
    +280,07 (+115,41%)
     
  • HANG SENG

    22.072,18
    +229,85 (+1,05%)
     
  • S&P 500

    4.060,73
    -15,87 (-0,39%)
     

Borsa Milano, prima seduta del 2023 con tono positivo, corre Mps, forte Saipem

Alcune persone di fronte a Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Il 2023 si apre con un tono positivo per Piazza Affari, in sintonia con gli altri listini europei, dopo essersi lasciata alle spalle un anno con la peggiore performance dal 2018.

Sui mercati azionari prevale l'ottimismo nella prima seduta del nuovo anno, grazie anche agli ultimi dati macro sul settore manifatturiero della zona euro che, seppure ancora in area di contrazione, fanno pensare che il peggio sia passato.

Il mercato guarda con rinnovata fiducia all'allentamento delle attuali misure di contenimento della pandemia in Cina, anche se resta vigile sulle nuove ondate di casi di Covid e al continuo calo dei prezzi del gas Ttf ad Amsterdam vicina ai livelli precedenti alla guerra in Ucraina.

L'attenzione degli investitori si concentra sulle mosse delle banche centrali, l'andamento dell'inflazione e sui segnali di possibile recessione.

In settimana saranno pubblicati diversi dati macro, a partire dall'inflazione tedesca di dicembre, domani, mentre mercoledì sera sono attesi i verbali della riunione della Fed di dicembre.

Tornando alla seduta odierna un trader sottolinea un mercato caratterizzato da scarsi volumi per il clima ancora semifestivo e l'assenza di spunti rilevanti.

Le borse di Regno Unito, Svizzera e Stati Uniti sono chiuse per le celebrazioni del Capodanno.

Intorno alle 13,00 il FTSE Mib è in rialzo dell'1,55%. Volumi intorno a 450 milioni di euro.

L'indice principale della borsa milanese ha chiuso il 2022 con un rosso del 13,3%.

Tra i titoli in evidenza:

Mps balza del 9,7% in un mercato ottimista sul 2023 quale anno decisivo per il futuro dell'istituto e per la ripresa del processo di privatizzazione. La banca senese ha ribadito che, dopo la positiva conclusione dell'aumento di capitale e la realizzazione delle azioni previste nel piano industriale, i precedenti dubbi sulla continuità aziendale sono stati superati.

Positivo tutto il settore bancario con l'indice settoriale italiano che sovraperforma quello europeo con un progresso di oltre il 2%. Nel corso della conferenza stampa di fine anno la premier Giorgia Meloni ha sottolineato che il governo sta lavorando sul dossier Mps e per creare le condizioni per la formazione di più poli bancari in Italia. Tra le prime banche candidate per un terzo polo, Banco Bpm sale del 2,7%. Acquisti anche su Bper (+2,2%) e Intesa Sanpaolo (+2,7%).

In luce i petroliferi con Saipem che guadagna il 3% dopo avere chiuso il 2022 con la peggiore performance tra i titoli del FTSE Mib (-79%) nonostante il recupero nell'ultimo trimestre.

Buon inizio di anno anche per Telecom Italia, altro tema caldo e sotto osservazione da parte del mercato per il dossier sulla rete unica. Il titolo dell'ex monopolista tlc sale del 2% circa dopo avere perso circa il 49% nel 2022.

Tra automotive sugli scudi in tutta Europa, Stellantis e Iveco salgono di quasi il 3%.

(Andrea Mandalà, editing Giselda Vagnoni)