Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.597,93
    -87,45 (-0,32%)
     
  • Nasdaq

    11.433,95
    +75,01 (+0,66%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1830
    +0,0017 (+0,14%)
     
  • BTC-EUR

    11.575,70
    +476,35 (+4,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    271,36
    +10,07 (+3,86%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.402,50
    +1,53 (+0,04%)
     

Borsa Milano prosegue negativa, pesano banche e auto, in controtendenza Banco Bpm

·1 minuto per la lettura
Una donna vicino all'ingresso principale della Borsa di Milano, 25 febbraio 2020
Una donna vicino all'ingresso principale della Borsa di Milano, 25 febbraio 2020

MILANO, 25 settembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue in territorio negativo dopo l'apertura di Wall Street, ancora zavorrata dai titoli bancari e automotive.

Gli investitori sono preoccupati per la nuova ondata di contagi di Covid-19, per le misure di contenimento che sempre più paesi stanno adottando e per il conseguente impatto che questo potrebbe avere sull'economia.

Salvatore Ferragamo è ancora in territorio positivo, aiutata dalla promozione a "buy" di Goldman Sachs.

Colpito dalle vendite il comparto bancario italiano, in sintonia con il settore a livello europeo. Bper peggior titolo del listino principale con un ribasso del 3,8%.

Fa eccezione Banco Bpm (+3,1%) che prosegue la corsa di ieri, sulla scia delle indiscrezioni di un possibile interesse di Credit Agricole e di discussioni con Unicredit, smentite dalla banca.

Creval, che sui rumours di un interesse della banca francese ieri aveva registrato forti guadagni, cede l'1,7%.

Stmicroelectronics cede il 3,3% in sintonia con il settore tecnologico a livello europeo.

Corre Danieli (+8% a 13,1 euro) dopo aver annunciato ieri sera che proporrà all'assemblea la conversione delle azioni risparmio in azioni ordinarie, con un rapporto di conversione di 0,65 a 1. Sarà inoltre proposta la distribuzione di un dividendo di 1,2 euro per ogni azione ordinaria esistente e di nuova emissione. Le azioni risparmio salgono del 14,4% a 8,47 euro.

In territorio negativo i titoli dell'automotive. In particolare Pirelli cede il 3,3%.