Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.451,03
    +187,55 (+0,64%)
     
  • Nasdaq

    11.847,88
    -7,09 (-0,06%)
     
  • Nikkei 225

    25.527,37
    -106,93 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1833
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    15.520,13
    -32,94 (-0,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    363,11
    +1,68 (+0,46%)
     
  • HANG SENG

    26.486,20
    +34,66 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    3.563,92
    +6,38 (+0,18%)
     

Borsa Milano prosegue positiva, sostenuta da banche e automotive

·2 minuto per la lettura
L'ingresso principale della Borsa di Milano
L'ingresso principale della Borsa di Milano

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Piazza Affari consolida i guadagni dopo l'apertura di Wall Street, con l'indice FTSE Mib che conferma un rialzo di circa lo 0,5%, sostenuto soprattutto dai titoli bancari e automotive.

Tuttavia gli investitori restano cauti, a causa dell'aumento dei contagi da coronavirus e delle restrizioni messe in campo dai governi per frenare la pandemia, che potrebbero avere pesanti conseguenze sull'economia.

A Wall Street gli indici Dow Jones e S&P mostrano guadagni nell'ordine dello 0,8%, mentre in Europa lo STOXX 600 avanza dello 0,2%.

Tra i titoli in evidenza:

ATLANTIA perde quasi il 5%, affossata dalle indiscrezioni riportate dal Corriere della Sera sul possibile ritiro di Cassa Depositi e Prestiti dal negoziato per rilevare la controllata Autostrade, in quanto gli ultimi sviluppi giudiziari della vicenda, con l'arresto dell'ex AD Giovanni Castellucci, fanno temere che il prezzo possa risultare troppo alto di fronte ai potenziali rischi. Oggi inoltre la società pubblica i conti.

"La visibilità su un accordo a breve termine con Cdp è molto bassa", scrivono gli analisti di Intesa Sanpaolo, che sottolineano come "l'aumento del rischio legale possa mettere a rischio anche la cessione di Aspi ad altri investitori o, in alternativa, la sua quotazione".

In evidenza FERRAGAMO (+6,5%), che balza dopo il calo di ieri.

Tonici i titoli dell'automotive, in particolare CNH INDUSTRIAL e PIRELLI con un rialzo di oltre il 3%.

Positivo il comparto bancario. Si mette in luce soprattutto BPER (+3,3%).

Rialzi moderati per UNIPOLSAI e UNIPOL dopo le trimestrali. Gli analisti di Equita sottolineano come i risultati abbiano messo in evidenza un andamento complessivamente superiore alle attese del broker, principalmente grazie a una migliore performance nel business danni.

IL SOLE 24 ORE cede l'1,3% dopo una perdita netta di 3,4 milioni d euro nei primi nove mesi.

GEOX piatta dopo la pubblicazione dei conti, ieri a borsa chiusa.

(Elvira Pollina, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)