Italia markets open in 1 hour 58 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.332,47
    -86,04 (-0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,1755
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    11.299,74
    +29,03 (+0,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    262,77
    -9,92 (-3,64%)
     
  • HANG SENG

    24.549,75
    -159,05 (-0,64%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Borsa Milano prosegue in rialzo, male Bper, Nexi inverte rotta dopo balzo avvio

·3 minuti per la lettura
L'entrata della Borsa di Milano, 25 febbraio 2020
L'entrata della Borsa di Milano, 25 febbraio 2020

MILANO, 5 ottobre (Reuters) - Indici che proseguono in cauto rialzo a Piazza Affari e anche sulle altre borse europee. I mercati tirano un sospiro di sollievo sulla notizia che lo stato di salute del presidente Usa Donald Trump è in miglioramento, che allenta i timori legati all'incertezza politica a causa dell'infezione da coronavirus che lo ha colpito. Bene la chiusura della Borsa di Tokyo e anche i futures sugli indici americani sono in rialzo, facendo presagire una partenza positiva a Wall Street nel pomeriggio.

Sul fronte del differenziale di rendimento fra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi, lo spread è invariato a 128 punti base.

Rimbalzo per il greggio che si riporta sopra i 40 dollari al barile.

Banche in ordine sparso. Negative Banco Bpm (-1,1%) e Mps (-0,22%), mentre le big Intesa e Unicredit sono in rialzo fra l'1% e l'1,3%.

Discorso a parte per le azioni Bper (-7,4%) e i diritti (-42%) legati all'aumento di capitale che affondano a Piazza Affari nel primo giorno di sottoscrizione della ricapitalizzazione fino a 802 milioni di euro, varata dalla banca per rilevare le 532 filiali di Ubi nell'ambito dell'operazione che ha portato l'istituto di Bergamo -- che oggi lascia Piazza Affari -- a essere acquisito da Intesa Sanpaolo. "Acquistando i diritti, sulla base dei concambi fissati, si ottiene un prezzo delle azioni Bper intorno a 1,1 euro, molto più basso rispetto a quello del mercato", osserva un trader.

La notizia del giorno riguarda Nexi e l'annuncio della scorsa notte della firma del 'memorandum of understanding' per la fusione con Sia, che porterà alla creazione di un operatore a livello europeo nel settore dei pagamenti. Nella nuova entità, Cdp Equity, che controlla Sia con circa l'83%, risulterà il maggiore azionista con una quota di poco superiore al 25%. Il titolo, partito forte in avvio di seduta, ha progressivamente ridotto il rialzo e cede l'1,6% nel classico "sell on news". "Finalmente è stato annunciato l'accordo con Sia, un'operazione che si attendeva da tempo e che consentirà a Nexi di diventare un player più forte", osserva un trader. Secondo Equita, "strategicamente la fusione è positiva per Nexi in quanto ne rafforza il posizionamento competitivo e diversifica i clienti sia per tipo che per geografia".

Piatta Atlantia in assenza di novità sulla trattativa con il governo per l'uscita dei Benetton dalla controllata Aspi e l'ingresso di Cdp.

In salita il settore industriale con Fca che guadagna l'1%, Cnh (+3,3%), Pirelli (+2%).

Il recupero del prezzo del greggio consente a Eni di salire del 2,5%, a Tenaris dell'1,55% e Saipem del 3,3%.

Infine, debutto con il botto sull'Aim per Labomar che balza del 17% a 7,021 euro rispetto a un prezzo di collocamento fissato a 6 euro. La domanda complessiva è stata pari a circa 4,2 volte l'offerta per la società specializzata nello sviluppo e produzione di integratori alimentari, dispositivi medici, alimenti a fini medici speciali e cosmetici.