Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    33.913,82
    +968,05 (+2,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.792,30
    -2,70 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Borsa Milano prosegue rimbalzo in attesa Wall Street, affonda Carige

·2 minuto per la lettura
Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari prosegue il rimbalzo con il resto d'Europa dopo tre sedute negative in un clima incerto tra le aspettative di un'altra buona stagione di trimestrali e i timori legati all'aumento dei contagi da Covid-19 e ai rischi inflazionistici.

Anche i futures sugli indici Usa sono positivi.

Intorno alle 12,20 l'indice FTSE Mib sale dello 0,8%. Volumi intorno a 800 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Occhi sul mondo bancario dopo che il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (Fitd) ha scelto BPER (+1,5%) per trattare la cessione della quota di controllo di CARIGE, concedendo un'esclusiva di quattro settimane. L'istituto ligure affonda di oltre 11% nel tentativo di adeguarsi al prezzo offerto da Bper (0,80 euro) per rilevare le quote di minoranza. UNIPOL, primo azionista di Bper, avanza dell'1%.

In lieve rialzo INTESA SANPAOLO, un po' più debole UNICREDIT che ieri aveva resistito meglio alle vendite diffuse sul settore. Tra i finanziari brilla NEXI con +2,6%.

Il rialzo del greggio spinge il settore oil in Italia e in Europa. SAIPEM guadagna il 2,4%, ENI +0,6%.

Sale di oltre 2% STM, di cui Jefferies ha alzato il target price a 50 da 46 dollari, in un settore - quello tecnologico - oggi in grande spolvero in Europa dopo il recente sell-off.

In moderato rialzo TELECOM (+0,8%), in linea con il comparto europeo, in vista del Cda del 21 gennaio per la nomina del nuovo amministratore delegato.

DIASORIN reagisce con +1,3% al forte calo della vigilia.

Accenna un recupero anche FERRAGAMO (+1%) dopo lo scivolone di ieri, bene MONCLER (+1,3%) nonostante il downgrade a "underperform" di Rbc. Il broker considera ambizioso il consensus per il 2022 sul brand dei piumini, ma vede in generale un altro anno positivo per il mondo del lusso, grazie a una domanda ancora solida.

Nel settore corre CUCINELLI, in rialzo di oltre 5% - sotto i massimi della mattina - dopo che ieri a mercati chiusi ha diffuso i dati sul fatturato 2021, leggermente sopra le attese del mercato.

(Claudia Cristoferi, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli