Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,68 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -0,21 (-0,23%)
     
  • BTC-EUR

    23.692,96
    -355,23 (-1,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +3,40 (+0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,0263
    -0,0063 (-0,61%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,22 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8456
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9653
    -0,0062 (-0,63%)
     
  • EUR/CAD

    1,3092
    -0,0079 (-0,60%)
     

Borsa Milano, in prudente rialzo, bene Diasorin, energia, giù banche

Una donna davanti alla Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari inizia la settimana in rialzo, come le altre borse europee, spinta dal comparto energetico.

Permane, però, tra gli investitori un clima di prudenza dopo che l'inflazione si è confermata venerdì su livelli record in Europa, con la banca centrale impegnata a trovare una soluzione che non comprima troppo la crescita economica e non esponga i paesi periferici a un eccessivo allargamento degli spread.

Intorno alle 12,40 l'indice FTSE Mib sale dello 0,7%. Volumi modesti, intorno ai 570 milioni di euro, condizionati dalla chiusura per festività di Wall Street.

Tra i titoli in evidenza:

In luce il settore healthcare con Amplifon e Diasorin intorno a +3,5%.

Sottolinea Banca Akros che l'investimento di Exor (+0,6%) nell'istituto Merieux con una quota del 10% conferma l'attrattiva del settore della salute e in particolare di quello diagnostico, visto che la società francese controlla il 60% di bioMerieux, che è uno dei principali concorrenti di Diasorin.

A sostenere il listino sono però principalmente le bigcap Eni (+2,9%) e Enel (+1,5%). In Europa il settore gas&oil sale del 3%, guidato dal +3,7% di BP mentre le utility segnano un +0,5%.

Bene anche Tenaris, vicina a +3%, mentre sono anche oggi sulle montagne russe le azioni Saipem (-9%) e soprattutto i diritti dell'aumento di capitale, in asta dopo un calo di quasi il 72%.

Denaro su Telecom (+3%), settore premiato anche in Europa

Deboli i bancari come nel resto del Vecchio Continente dopo indiscrezioni stampa secondo cui la Bce starebbe cercando un modo di evitare che le banche guadagnino extraprofitti grazie allo schema di prestiti legati alla pandemia, una volta che inizierà ad aumentare i tassi di interesse.

Banco Bpm cede il 2%, Intesa Sp l'1,6%, Unicredit è piatta.

In luce Trevi (+6,5%) fresca di nuove commesse in Italia e all'estero per 174 milioni complessivi.

(Claudia Cristoferi, editing Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli