Italia markets close in 37 minutes
  • FTSE MIB

    24.350,80
    -47,61 (-0,20%)
     
  • Dow Jones

    33.970,16
    +154,26 (+0,46%)
     
  • Nasdaq

    13.946,64
    +128,22 (+0,93%)
     
  • Nikkei 225

    29.020,63
    -167,54 (-0,57%)
     
  • Petrolio

    62,12
    +0,69 (+1,12%)
     
  • BTC-EUR

    41.201,05
    -4.441,83 (-9,73%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.138,99
    +15,09 (+1,34%)
     
  • Oro

    1.772,80
    -9,20 (-0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,2054
    +0,0036 (+0,30%)
     
  • S&P 500

    4.166,03
    +31,05 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    29.078,75
    +323,41 (+1,12%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.006,16
    -8,64 (-0,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8700
    +0,0022 (+0,25%)
     
  • EUR/CHF

    1,1042
    +0,0025 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,5058
    +0,0036 (+0,24%)
     

Borsa Milano rallenta da massimi, forti Terna e Webuild, spunti su Mediobanca

·3 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO, 15 marzo (Reuters) - Perde smalto il rialzo a Piazza Affari su fisiologiche prese di beneficio, ma il contesto globale dei mercati azionari resta positivo, con il Dow Jones sempre sui massimi storici, mentre il rendimento dei bond Usa si muove vicino ai massimi da 13 mesi.

Gli investitori scommettono che la crescita economica americana acceleri dopo che il presidente Joe Biden ha firmato la legge che prevede un pacchetto di stimoli da 1.900 miliardi di dollari. A questo si aggiunge l'intensificarsi della campagna vaccinale negli Usa e in altri Paesi che spinge verso una maggiore propensione al rischio. In Italia la nuova scadenza fissata per l'immunità di gregge è a settembre, mentre da oggi il Paese è alle prese con ulteriori misure restrittive.

"Se venisse confermato il piano di vaccinazioni annunciato dal governo, si potrebbe materializzare un recupero a livelli di maggiore normalità dell'attività economica a partire dal secondo semestre", sottolinea un broker.

Stringe lievemente lo spread fra il rendimento dei titoli di Stato decennali italiani e tedeschi intorno ai 99 punti base.

In Borsa molti titoli si muovono sulla scia degli studi dei broker che indicano un cambio di raccomandazione e target price a valle della chiusura della stagione delle trimestrali.

Tra i titoli in evidenza:

Stellantis balza del 3,2%, facendo decisamente meglio rispetto all'andamento dello stoxx settoriale auto europeo (+0,8%) sulla scia dello studio di Deutsche Bank che ha avviato la copertura con "Buy" e un prezzo obiettivo di 20 euro. Anche JP Morgan ha portato il prezzo obiettivo a 20 euro da 18. Denaro anche su Ferrari (+1%) che fa leggermente meglio dell'indice.

Fra le utility, ben raccolte, svetta Terna che balza del 5,2%. Il titolo è stato molto "shortato" la scorsa settimana e quindi oggi si assiste alla chiusura di posizioni corte. In scia sale anche Snam (+1,45%).

Dopo lo strappo a due cifre di venerdì scorso, ritraccia Tod's (-1,6%)

Rimbalza Autogrill (+1,7%) dopo alcune sedute negative penalizzata dalla guidance 2021 che riflette ancora uno scenario incerto. Il broker Bestinver scrive nel daily: "Confermiano la nostra view positiva sulla strategia di Autogrill e sull'azione del management nell'affrontare gli effetti della pandemia".

Continua il denaro su Maire Tecnimont (+2,9%) dopo i risultati. Oggi la oil service ha reso noto un accordo per supportare lo sviluppo di impianti di riciclo chimico avanzato a livello mondiale, attraverso la controllata Nextchem. Equita ritiene che "la notizia abbia risvolti positivi per il titolo, sebbene le dimensioni dei progetti nel riciclo della plastica siano relativamente piccole".

Raccolte anche le banche con le big Unicredit e Intesa Sanpaolo in crescita rispettivamente dell'1,2% e dello 0,6%. Ancora meglio Mediobanca che balza del 2,4% e si avvantaggia delle indiscrezioni su un possibile incremento delle partecipazioni sia da parte di Leonardo Del Vecchio sia di Francesco Gaetano Caltagirone. Secondo un primario broker italiano, il possibile incremento delle quote da parte dei due azionisti è un catalyst positivo per Mediobanca da un punto di vista speculativo.

Bene WeBuild che balza del 6,4%, mentre cede oltre il 15% Astaldi dopo che è stato reso noto il rapporto di concambio dell'operazione di integrazione tra le due società indicato in 203 azioni ordinarie Webuild per ogni 1.000 titoli ordinari Astaldi. Secondo Bestinver si tratta "di una notizia positiva per Webuild poiché la fusione con Astaldi renderà possibile massimizzare le sinergie fra i due gruppi, eliminando il conflitto di interesse con l'azionista di minoranza Astaldi. Se si confrontano i due valori di mercato dei titoli alla chiusura di venerdì, il rapporto di concambio favorisce Webuild" e questo spiega l'andamento diametralmente opposto dei due titoli in Borsa oggi.

In luce, infine, Geox con un rialzo che sfiora l'8% in attesa dei risultati definitivi sul 2020 a chiusura dei mercati oggi. "Geox è uno dei titoli maggiormente impattati dagli effetti delle chiusure e quindi il mercato scommette sulla campagna vaccinale per uscire dalla crisi", spiega un trader.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)