Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.883,14
    -97,18 (-0,29%)
     
  • Nasdaq

    12.948,10
    +9,98 (+0,08%)
     
  • Nikkei 225

    28.942,14
    -280,63 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,0106
    -0,0074 (-0,73%)
     
  • BTC-EUR

    23.109,08
    -205,05 (-0,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    556,78
    -0,95 (-0,17%)
     
  • HANG SENG

    19.763,91
    -158,54 (-0,80%)
     
  • S&P 500

    4.272,71
    -1,33 (-0,03%)
     

Borsa Milano in rally su effetto trimestrali, bene lusso, Iveco, giù Saipem

Una donna davanti all'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Continua il rally a Piazza Affari, al traino sempre delle trimestrali che stanno condizionando i corsi un po' su tutti i mercati.

"Oggi ci sono tanti risultati, la gran parte dei quali sopra le attese del mercato, e questo spinge le borse", osserva un trader.

A livello macro, com'era nelle attese, la banca centrale Usa ha alzato i tassi di interesse di 75 punti base per la seconda volta consecutiva. Ma per la prima volta da marzo, quando il ciclo di rialzi ha preso il via, il presidente Jerome Powell ha evitato di fornire indicazioni sulla portata del prossimo aumento, facendo ipotizzare un possibile rallentamento nella stretta alla politica monetaria.

Intorno alle 16,30 l'indice FTSE Mib sale dell'1,3%, poco sotto i massimi di seduta. I volumi sono intorno a quota 1,2 miliardi di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Bene il settore del lusso al traino di Moncler che ieri a mercati chiusi ha reso noti i risultati del semestre che vedono un forte balzo dei ricavi, sopra le attese. Il titolo guadagna il 5,5% e trascina un po' tutto il comparto: Brunello Cucinelli +2,5% e Ferragamo +3,3%. Il broker Akros scrive che "le vendite del secondo trimestre sono state molto forti così come per l'Ebit del semestre. Confermiamo il Buy sulle azioni".

Denaro anche nel comparto auto: ben raccolta Stellantis in crescita del 4,6% dopo i dati sul semestre definito record dalla società. "I risultati del semestre sono chiaramente molto forti e sorprendenti, in particolare per quanto riguarda il margine operativo adjusted", osserva un broker.

Corre anche Iveco, +5,6%, dopo il semestre e il miglioramento della guidance per l'anno in corso. "Alziamo le stime coerentemente con le guidance", scrive Equita nel daily.

In rialzo di oltre il 3,4% Brembo che ha pubblicato i risultati a metà giornata.

Forte Stm in salita del 2,2% dopo che il produttore di seminconduttori franco-italiano ha registrato ricavi nel secondo trimestre superiori alle aspettative degli analisti, beneficiando della forte domanda per i chip utilizzati per produrre dagli smartphone alle automobili.

Fra i bancari, realizzi su Unicredit che cede l'1,6% dopo il rally di ieri post risultati. Meglio Intesa Sanpaolo che guadagna l'1,8% con il mercato che ha spostato il focus su questo titolo in attesa della trimestrale domani.

Nel settore oil, dopo la breve parentesi di ieri post risultati sopra le attese, tornano copiose le vendite su Saipem, in flessione dell'1,75%. Sul titolo pesa sempre l'effetto overhang post aumento di capitale con le banche che detengono il 29% dell'inoptato destinato a finire sul mercato.

Venduta anche oggi Fincantieri che perde il 3% dopo i risultati del trimestre che hanno deluso il mercato.

Ovs sale dello 0,5% dopo l'annuncio ieri dell'acquisizione del marchio Les Copains, senza dettagli sul controvalore dell'operazione. Secondo banca Akros, "il brand è coerente con la volontà di Ovs di attrarre un diverso tipo di clientela nei proprio negozi".

(Giancarlo Navach, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli