Italia Markets closed

Borsa Milano in rialzo, banche contrastate, bene Enel, TIM, Generali

L'ingresso principale della sede della Borsa di Milano.

MILANO, 20 dicembre (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo con l'Europa, in un mercato dai volumi elevati a causa delle scadenze tecniche e di aggiustamenti di portafogli in vista di fine anno, secondo i trader.

Tono positivo sull'accordo sul commercio tra Usa e Cina.

Con questo rialzo, l'indice FTSE Mib dei principali 40 titoli di Piazza Affari segna una crescita intorno al 30% da inizio anno, una delle migliori performance a livello europeo.

Banche in lieve rialzo, con realizzi su chi ha fatto meglio nei giorni scorsi a partire da Ubi Banca (-2,3%), nel range delle ultime sedute. Nel risparmio gestito vendite su Banca Mediolanum (-1,3%).

Bene le utilities con Enel (+2,9%) in evidenza, ieri Deutsche Bank ha confermato il 'buy' oltre ad aver detto che ci sono prospettive positive per il settore e aver dato un upgrade a buy a Terna (+1,8%). Un trader riferisce di un 'buy' di Jefferies di oggi su Enel, Snam (+2,2%) e Terna. Italgas +1,2%.

Tra i migliori del listino principale con aumenti superiori al 2%, Generali, ma anche Telecom Italia che sembra intenzionata a chiudere l'anno nella parta alta del range. Un trader ipotizza una sorpresa a breve sul fronte rete unica con lo scorporo oppure l'accordo con Open Fiber, che quindi sosterrebbe anche la sua controllante Enel.

Continua il denaro su Nexi +2,3% su un nuovo massimo record, dopo l'accordo con Intesa Sanpaolo per la cessione delle attività dei servizi di pagamento annunciato ieri.

DoValue balza del 10,3% dopo l'accordo con Eurobank per l'acquisizione dell'80% di Eurobank Fps. "A seguito dell'accordo doValue gestirà 28 miliardi di euro in Grecia", ricorda Fidentiis.

Mondo Tv +12% dopo l'accordo di licenza su Meteo Heroes. Il titolo va molto forte da quando il socio di riferimento Giuliana Bertozzi ha aumentato la sua partecipazione a oltre il 20% e non esclude di proseguire con gli acquisti nei prossimi sei mesi.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia